Washington, 26 maggio 2016 – La musica di un giovane compositore italiano per festeggiare i 70 della Repubblica Italiana. Il tradizionale ricevimento ospitato dall’Ambasciata d’Italia a Washington sarà quest’anno l’occasione per ascoltare in anteprima il “Trio in B minore” composto dal Maestro Gabriele Ciampi proprio in omaggio a quest’anniversario. Ciampi, classe 1976, da Los Angeles, dove da alcuni anni vive, torna dunque a Washington dopo essersi esibito lo scorso Natale alla Casa Bianca davanti al Presidente Obama e alla First Lady Michelle. Il concerto del Trio in B Minore sarà reso possibile grazie anche al sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura a Washington.

“La festa nazionale è, soprattutto all’estero, anche una festa dell’amicizia – ha commentato l’Ambasciatore d’Italia a Washington Armando Varricchio – Ecco perché abbiamo voluto dedicare uno spazio importante a un giovane compositore italiano che ha trovato delle opportunità negli Stati Uniti, e che al tempo stesso ha voluto dedicare un omaggio speciale al nostro Paese.”

“Non poteva esserci occasione migliore di questa per poter presentare in anteprima in America un brano al quale sono molto legato e che ho voluto dedicare al nostro Bel Paese”, ha commentato Gabriele Ciampi. “Ringrazio l’Ambasciatore Armando Varricchio, tutto lo staff dell’Ambasciata italiana a Washington e dell’Istituto di Cultura per aver reso possibile questo concerto in una delle più prestigiose ambasciate italiane nel mondo. Tornare a Washington dopo l’esperienza alla Casa Bianca è una sensazione molto forte, ma questa volta mi sento “a casa” e mi esibirò per il mio Paese: una grande opportunità, che spero possa essere soltanto un inizio.”

Il brano è ispirato dall’idea di lanciare un messaggio di fiducia. Il frammento melodico che si inserisce nella tonalità iniziale, in SI minore, affidato alla profondità del violoncello nel suo registro grave prima e alla dolcezza del violino poi, interviene come una luce di speranza. Questa conversazione, a volte drammatica, tra i due strumenti, con l’inserimento del pianoforte a sottolineare momenti di grande intensità, rappresenta la volontà di superare una sensazione di incertezza e di proiettarsi con entusiasmo verso il futuro.

Anche quest’anno per la Festa della Repubblica a Washington sono attesi centinaia di ospiti, tra rappresentanti della comunità italiana, dell’Amministrazione e del Congresso, del mondo diplomatico, economico e culturale. L’evento sarà inoltre una vetrina del Made in Italy, grazie alle sponsorizzazioni di Amina Rubinacci, Astaldi, B3, Beretta, Boeing, Bracco, ENEL Greeen Power, Expert System, Ferrero, Fiat Chrysler, Fincantieri, Fincantieri, IGT, Lamborghini, Lario Esco, Leonardo, Vespa Piaggio, Pirelli, Renexia, Unione Italiana Vini, Vini di Lombardia e Bauli.

Comments are closed.