papa_time--192x144 ROMA\ aise\ – Il  Papa della gente. Così “Time” definisce Papa Francesco, che ha scelto come “Uomo dell’anno”.

Il Pontefice che ha preso il nome del Santo umile, il primo non europeo da 1200 anni, artefice del “papato del rinnovamento”. Per tutte queste ragioni, il settimanale  ha deciso di dedicare a Papa Bergoglio la sua prestigiosa e attesa copertina di fine anno.

Il ritratto di Papa Francesco è stato affidato a Jason Seiler, artista a Chicago. All’interno del magazine, si ripercorre la storia di Bergoglio, che da cardinale a Buenos Aires  partecipa al Conclave e ne esce Papa. “Il papato è misterioso e magico: trasforma un settantenne in una superstar senza rivelare praticamente nulla dell’uomo e fa crescere speranze, in ogni angolo del mondo, che non potranno mai essere soddisfatte, perché inconciliabili”, scrivono Howard Chua-Eoan ed Elizabeth Dias riferendosi alle diverse anime della Chiesa cattolica.. “Ma ciò che rende questo Papa così importante è la velocità con la quale ha catturato l’immaginazione di milioni di persone che avevano rinunciato a sperare nella chiesa”.  PADRE LOMBARDI: SE SIGNIFICA CHE IL SUO MESSAGGIO PASSA, IL SANTO PADRE SE NE RALLEGRA La cosa non stupisce, data la risonanza e l’attenzione vastissima dell’elezione del Papa Francesco e dell’inizio del nuovo pontificato”. Così padre Federico Lombardi, portavoce della Santa Sede, ha commentato la copertina che “Time” ha dedicato a Papa Francesco, nominato “Uomo dell’Anno”.

“È un segno positivo che uno dei riconoscimenti più prestigiosi nell’ambito della stampa internazionale sia attribuito a chi annuncia nel mondo valori spirituali, religiosi e morali e parla efficacemente in favore della pace e di una maggiore giustizia”, ha aggiunto padre Lombardi. “Quanto al Papa, per parte sua, non cerca fama e successo, perché fa il suo servizio per l’annuncio del Vangelo dell’amore di Dio per tutti. Se questo attrae donne e uomini e dà loro speranza, il Papa è contento. Se questa scelta “dell’uomo dell’anno” significa che molti hanno capito, almeno implicitamente, questo messaggio, – ha concluso – egli certamente se ne rallegra”. (aise)

Comments are closed.