MATTARELLA: TODAY I

NEW YORK\ aise\ – “Today I’m a new yorker”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato la comunità italiana che ha incontrato ieri a New York, al Museo Guggenheim, alla presenza del Governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo.
Mattarella ha ringraziato “la collettività italiana e italo-americana per il caloroso benvenuto che ha voluto rivolgermi in occasione della mia prima visita negli Stati Uniti”. Poi, in numerosi passaggi del suo intervento, ha ribadito come le relazioni tra Italia e Usa siano strette e siano il prodotto di un articolato intreccio di relazioni politiche, economiche e culturali.
Il presidente Mattarella ha voluto ricordare che “la città di New York ha rappresentato a lungo un porto di approdo per i connazionali alla ricerca di migliori condizioni di vita rispetto a quelle offerte dal nostro Paese alla fine dell’800 o all’indomani delle due Guerre Mondiali. L’America”, ha aggiunto, “ha aperto loro le porte, dimostrando come accoglienza ed integrazione rappresentino la spina dorsale di qualunque società che voglia definirsi autenticamente democratica, libera e forte”. (aise)

 

Comments are closed.