Un aggiornamento per i cittadini italiani “temporaneamente” all’estero (NON iscritti all’AIRE) che intendano votare al referendum del 17 aprile.

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente in questa circoscrizione consolare per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dall’Ambasciata facendo pervenire direttamente AL PROPRIO COMUNE d’iscrizione ENTRO IL 26 FEBBRAIO una OPZIONE per il voto all’estero. L’opzione può essere inviata per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al comune anche da persona diversa dall’interessato.

Secondo le ultime indicazioni del Ministero dell’Interno, il termine per l’invio dell’OPZIONE al proprio Comune è esteso alla mattinata del 15 marzo 2016.

E’ utile precisare che:

  • dati i ristretti tempi a disposizione, gli elettori temporaneamente all’estero sono invitati a manifestare le loro intenzioni ai rispettivi Comuni AL PIU’ PRESTO;
  • l’Ambasciata invierà il plico elettorale a tutti i nominativi che saranno ad essa comunicati in tempo utile per il confezionamento e la spedizione del medesimo.

Comments are closed.