VarricchioBELGRADO\ aise\ – È andato anche al nostro ambasciatore a Belgrado, Armando Varricchio, il premio “Europeo dell’anno 2012”, assegnato ogni anno dall’Organizzazione serba “Prima Casa Europea” a sei personalità del mondo della politica, dell’economia, della diplomazia, della cultura, dell’imprenditoria e della scienza, distintesi nell’aiutare la Serbia a progredire sulla strada che porta verso l’Unione Europea ed i suoi ideali.

Varricchio ha ricevuto il Premio, sezione personalità straniere, per il suo importante contributo al processo di integrazione europea della Serbia ed allo sviluppo della collaborazione bilaterale fra Serbia ed Italia.

Nel corso della cerimonia, il vicepremier Aleksandar Vucic – che pure ha ricevuto il premio tra le personalità del mondo politico – ha ringraziato l’Italia per il continuo sostegno al percorso di integrazione europea della Serbia. Vucic ha aggiunto che il conferimento del premio al nostro ambasciatore, da lui personalmente proposto, testimonia l’ottimo livello delle relazioni bilaterali tra l’Italia e la Serbia e il prezioso supporto italiano al percorso europeo di Belgrado.

Varricchio ha dal canto suo sottolineato il continuo incremento dell’interscambio commerciale tra l’Italia e la Serbia (il nostro Paese è stato il primo partner commerciale nei primi tre mesi dell’anno superando Russia e Germania), l’importanza degli investimenti italiani nel Paese, le numerose attività culturali e di promozione della lingua italiana che si svolgono in Serbia e il contributo del nostro Paese alle celebrazioni del 1700esimo anniversario dell’Editto di Milano, che vedrà il 18 maggio prossimo la rappresentazione della “Aida” di Giuseppe Verdi nella spettacolare cornice del Viminacium di Zajecar, nella parte orientale della Serbia. (aise)

 

Comments are closed.