NEW YORK\ aise\ – “Il Pierre Hotel si è tinto di rosa lunedì sera per l’annuale gala della National Organization of Italian American Women che si è svolto all’insegna della cucina, vino e opera con la partecipazione di centinaia di ospiti”. Come racconta Riccardo Chioni in un articolo pubblicato ieri, 1 maggio, dal quoitidiano America Oggi, “la serata condotta da Ornella Fado, volto noto sul piccolo schermo col programma “Brindiamo!”, ha visto protagonista Donatella Arpaia, rinomata ristoratrice e star televisiva, in qualità di ospite d’onore, mentre il riconoscimento speciale “Friend of Noiaw 2013″ è andato al console generale Natalia Quintavalle”. Riportiamo di seguito il testo integrale dell’articolo.

“Hanno aperto la serata il soprano Cristina Fontanelli e il tenore Luciano Lamonarca con gli inni nazionali, cui è seguita la presentazione degli ospiti tra cui la vice console generale Laura Aghilarre, Elizabeth De Feis già dean della Seton Hall Law School, Dana Perino ex press secretary della Casa Bianca durante l’amministrazione di George W. Bush, Gail Prudenti, presidente dei giudici amministrativi delle corti di New York, e Rosemary Gallina Santangelo, una delle fondatrici dell’Organizzazione.

Il ricavato della serata sarà devoluto allo sviluppo e realizzazione di inizative sociali di Noiaw che comprendono l’assegnazione di borse di studio a studentesse italoamericane per il prosieguo degli studi superiori, oltre a scambi culturali tra studentesse italiane e italoamericane.

Betty Santangelo, presidente di Noiaw, ha commentato la scelta di Donatella Arpaia per il riconoscimento di quest’anno.

“Siamo orgogliosi di avere Donatella come nostra ospite d’onore perché è una leader influente contemporanea che ha contribuito positivamente in diversi settori della gastronomia, imprenditoria e intrattenimento. Una icona – ha concluso la presidente – e un esempio da seguire per le prossime generazioni di donne italoamericane”.

Donatella Arpaia, ospite regolare dei programmi televisivi sul canale “The Food Network” e “Today Show”, ha raccontato come è cresciuto in lei l’entusiasmo per la cucina italiana. “Già da bambina, passando dalla Puglia alla Campania, luoghi di nascita dei miei genitori, si è acceso in me l’entusiasmo per i momenti trascorsi insieme in famiglia e per il cibo come piacere condiviso. Così – ha proseguito Donatella – ho passato la mia infanzia trascorrendo i periodi estivi con parenti ed amici e le mie esperienze italiane mi hanno accompagnata tutti i giorni della mia vita fino a ciò che sono oggi, profondamente coinvolta nel mondo della cucina, imprenditoria e intrattenimento”.

Quello di Donatella Arpaia è insomma un inno ai traguardi personali e professionali che le donne di Noiaw hanno voluto festeggiare durante il tradizionale gala.

L’Organizzazione non-profit delle donne italoamericane fondata nel 1980 continua ad essere l’unica a livello nazionale composta da donne di discendenza italiana e attualmente conta oltre mille iscritti tra effettivi e associati ed è riconosciuta a livello internazionale per l’impegno di preservare il patrimonio culturale e linguistico italiano.

Il console generale Natalia Quintavalle, dopo aver ricevuto il riconoscomento da Maria Vullo, vice chair del board nazionale di Noiaw, ha iniziato il suo intervento annunciando la nascita del nuovo governo, sottolineando in particolare la storica figura del nuovo ministro degli Esteri. “È una donna! Una delle più stimate sostenitrici dei diritti umani e delle donne: sto parlando di Emma Bonino che ha compiuto innumerevoli missioni alle Nazioni Unite per promuovere l’agenda dell’Onu. È un inizio di governo promettente”, ha detto il console generale.

Nell’occasione il ministro Quintavalle ha voluto salutare la sua vice Laura Aghilarre che presto lascerà il Consolato Generale per assumere l’incarico di primo consigliere presso la rappresentanza italiana all’Ocse a Parigi. “Desidero cogliere questa occasione – ha detto Natalia Quintavalle – per ringraziarla pubblicamente assieme a tutto lo staff femminile del Consolato Generale per le capacità, sensibilità e per sostegno e incoraggiamento che ricevo. Anche lo staff maschile, basta che faccia quello che dicono le donne”.

Il Console Generale ha detto che in questo Paese non c’è carenza di grandi leader donne oggi, citando Nancy Pelosi e Janet Napolitano, ricordando anche la scomparsa Geraldine Ferraro, “e noi continueremo ad essere ispirati guardandovi nella promozione dell’uguaglianza e mentoring per le nuove generazioni”.

Le borse di studio assegnate anualmente da Noiaw sono andate a Christiana Fischer, Nicole Pandolfo, Amy Pimer, Lisa Marie Rickey e Mara Vento.

Numerosi i messaggi augurali pervenuti all’Organizzazione: dall’ambasciatore Claudio Bisogniero, “Il vostro gala è l’occasione per rafforzare i già stretti legami tra i due Paesi”; dal governatore Andrew Cuomo, “Da orgoglioso italoamericano apprezzo i vostri sforzi per coltivare l’orgoglio etnico tra le donne italoamericane”; e dal sindaco Michael Bloomberg, “Guardiamo a Noiaw per arricchire ulteriormente le vite delle donne italiane””. (aise)

 

Comments are closed.