francescoangelusnero

(NoveColonne ATG) Roma  – “Nomination” al Premio Nobel per la Pace per Papa Francesco. La notizia arriva a pochi giorni dell’anniversario del suo primo anno di pontificato.

Intervistato in occasione del suo primo anno di pontificato da Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera, Papa Francesco ha detto: “Dipingere il Papa come una sorta di super-man, una specie di star, mi pare offensivo. Il Papa è un uomo che ride, piange, dorme tranquillo e ha amici come tutti”. Francesco ha ribadito di voler rimanere un “prete”, pronto a fare una “chiamatina” a chi soffre ogni qualvolta ve ne sia bisogno; eppure, è arrivata la candidatura al Premio Nobel.

 

Il Vaticano – ha aggiunto – spera in un modello “poliedrico” di globalizzazione, all’ interno del quale ai popoli sia consentito “conservare la propria cultura, lingua, religione, identità – ha detto –

L’ attuale globalizzazione ‘ sferica’ economica, e soprattutto finanziaria, produce un pensiero unico, un pensiero debole. Al centro non vi è più la persona umana, solo il denaro”.

Sulle unioni civili il Papa ha risposto in maniera perentoria: “Il matrimonio è fra un uomo e una donna”. Ma ha aggiunto che è necessario valutare i diversi casi attraverso i quali gli “Stati laici vogliono giustificare le unioni civili per regolare diverse situazioni di convivenza, spinti dall’ esigenza di regolare aspetti economici fra le persone, come ad esempio assicurare l’ assistenza sanitaria”.

 

 

Comments are closed.