ROMA\ aise\ – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha nominato Consigliere per gli affari diplomatici l’ambasciatore Antonio Zanardi Landi, che assumerà le relative funzioni all’atto della imminente conclusione della sua missione a Mosca, succedendo così a Stefano Stefanini.

Nato a Udine nel 1950, laureato in Giurisprudenza all’Università di Padova, sottotenente di complemento nell’esercito, Zanardi Landi entra in diplomazia nel 1978 e viene assegnato al Cerimoniale della Repubblica. Tra il 1978 ed il 1979 è il primo italiano a frequentare l’E.N.A. Ecole Nationale d’Administration, a Parigi, e nel 1981 viene assegnato alla Segreteria Generale.

Dal 1982 è Primo Segretario ad Ottawa, mentre dal 1984 al 1987 è nominato Console a Teheran, negli anni della guerra Iran – Iraq ed organizza, tra l’altro, la completa evacuazione della comunità italiana dalla capitale iraniana. Nello stesso anno, il trasferimento all’Ambasciata a Londra, dove svolge le funzioni di Consigliere per la Stampa e l’Informazione.

Rientra a Roma nel 1989 per prestare servizio al Gabinetto dell’On. Ministro fino al 1992, quando è nominato Consigliere all’Ambasciata presso la Santa Sede. Nel 1996 e’ posto fuori ruolo per prestare servizio presso l’Istituto Universitario Europeo di Fiesole con l’incarico di Segretario Generale e contribuisce alla forte fase di crescita che l’Istituto compie in quegli anni.

Nel 2000 rientra al Ministero presso il Gabinetto dell’On. Ministro, con l’incarico dei rapporti con il Parlamento. Nel 2002 è capo dell’Unità di Coordinamento della Segreteria Generale e nel 2004 è nominato Ambasciatore a Belgrado nella fase post bellica, contribuendo in maniera significativa al rilancio delle relazioni bilaterali ed alla soluzione di complessi contenziosi commerciali.

Nel 2006 assume l’incarico di Vice-Segretario Generale e, nel 2007, è nominato Ambasciatore presso la Santa Sede, accreditato anche presso l’Ordine di Malta. Dal 1994 è membro del Consiglio Scientifico della rivista italiana di geopolitica “Limes”. (aise)

Comments are closed.