ROMA – Il Consiglio dei Ministri ha approvato questa mattina, su proposta del presidente Enrico Letta e dei ministri della Giustizia Annamaria Cancellieri, degli Affari Esteri Emma Bonino e del Lavoro e delle Politiche Sociali Enrico Giovannini, un disegno di legge contenente disposizioni in materia di attribuzione del cognome ai figli. Il testo dà piena attuazione alla sentenza della Corte Europea di Strasburgo e prevede l’obbligo per l’ufficiale di stato civile dell’iscrizione all’atto di nascita del cognome materno in caso di accordo tra entrambi i genitori.

Nel dare attuazione alla sentenza della Corte europea inerente al cognome materno, tuttavia, il Consiglio dei ministri ha rilevato che la complessa materia presenta ulteriori profili che, oltre ad essere ovviamente aperti al dibattito parlamentare, saranno approfonditi in sede governativa da un gruppo di lavoro presso la Presidenza del Consiglio, con la partecipazione dei rappresentanti dell’Interno, degli Affari Esteri, della Giustizia e delle Pari Opportunità. (Inform)

 

 

Comments are closed.