insieme
WASHINGTON\ aise\ – “Il 5 novembre, il Movimento INSIEME per gli italiani, nella persona del presidente, ha preso atto della scelta di Salvatore Ferrigno di entrare a far parte a pieno titolo del MAIE. La decisione, legittima sotto tutti i punti di vista perché fa parte della libertà individuale di ciascuno di poter cambiare idea politica, schieramento oppure partito, è arrivata all’improvviso ed inaspettatamente”. Così scrive Melo Cicala, presidente del Movimento fondato proprio da Ferrigno, per sottolineare che la scelta personale di Ferrigno non si estende al Movimento “Insieme”.
“Il comunicato stampa del MAIE, è chiarissimo -continua Cicala – : “Salvatore Ferrigno entra nel MAIE, unica alternativa per noi (testualmente Ferrigno) italiani nel mondo”…omissis…da oggi il mio impegno (dichiara testualmente) sarà per il MAIE, se davvero vogliamo contare di più a Roma”. Ferrigno non ha menzionato mai il movimento INSIEME per gli italiani ma, ignorandolo, ne ha sconfessato invece l’utilità politica quando dichiara che il MAIE è l’unica alternativa. Salvatore Ferrigno, ha dunque lasciato il movimento INSIEME per gli italiani spontaneamente aderendo a titolo personale, a quello del MAIE nella occasione del primo Congresso MAIE Nord e Centro America tenutosi a Santo Domingo il 22 ottobre 2016”.
“È una presa d’atto di una scelta irrituale anche se legittima ma non riguarda il movimento di INSIEME per gli italiani”, continua Cicala. “A questo comunicato del MAIE non è seguita alcuna smentita pubblica né nella immediatezza dei fatti né tantomeno oggi nel momento in cui scriviamo per cui le dichiarazioni rese da Ferrigno acquisiscono valore e conferma assoluta di verità. In qualità di Presidente del movimento INSIEME per gli italiani, in nome delle battaglie elettorali del 2013, e non solo, senza esclusione di colpi con i nostri avversari politici, in virtù di un simbolo che può vantare di essere incontaminato ed intonso per non essere schiavo di nessuna segreteria politica, per scongiurare confusioni in quanti hanno creduto e credono nel movimento, per tutelare quanti ci hanno sostenuto e ci lavorano ancora oggi, il sottoscritto ha reso pubblica la realtà prendendo atto che il signor Ferrigno, cofondatore di INSIEME per gli italiani, con le sue dichiarazioni pubbliche e certificate prive di smentite ufficiali, usciva volontariamente dal movimento per entrare a pieno titolo a far parte del MAIE. Tanto era dovuto”. (aise)

Comments are closed.