volareROMA\ aise\ – Il Maggiore Luca Parmitano, astronauta dell’ESA e pilota collaudatore/sperimentatore dell’Aeronautica Militare, insieme ai suoi compagni di viaggio dell’Expedtion 37 (il cosmonauta Fyodor Yurchikhin e l’astronauta NASA Karen Nyberg) ha concluso con successo la sua missione spaziale all’alba di ieri mattina.

Alle 21.00 (ora italiana) di avantieri, il portellone dell’ISS si è chiuso alle spalle dei tre astronauti e alle 00.26 la Soyuz TMA-09M si è sganciata dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Durante il viaggio di ritorno, la navicella si è separata in tre parti, lasciando bruciare il modulo orbitale e quello di propulsione nell’atmosfera. Il modulo di discesa, con a bordo il Magg. Parmitano a e i suoi compagni, nella fase di frizione con l’atmosfera ha raggiunto temperature fino a 1600 °C.

La Souyz TMA-09M ha toccato il suolo del Kazakistan, come previsto, alle 03.49 di ieri mattina e, oltre ai tre astronauti, ha riportato sulla Terra la torcia olimpica dei XXII Giochi Invernali di Sochi, che si terranno dal 7 al 23 febbraio 2014.

La missione del Magg. Parmitano, battezzata “Volare”, ha visto l’astronauta italiano impegnato in un’intensa attività sperimentale, in due “passeggiate” spaziali e nelle manovre di attracco di tre navicelle.

Parmitano è stato il sesto italiano ad andare nello spazio e il quinto a soggiornare sulla ISS. Dopo il rientro a Houston, l’astronauta inizierà un periodo di riabilitazione per riabituarsi alla gravità terrestre e sarà sottoposto a test medici. (aise)

Comments are closed.