AMBA1

 

Washington DC (3 giugno 2015) – Circa 2mila ospiti hanno affollato ieri l’Ambasciata d’Italia a Washington per celebrare il 2 giugno, 69 anni dopo la nascita della Repubblica. Anniversario che segna “il ritrovamento della libertà e della democrazia” e il primo voto delle italiane, ha sottolineato l’Ambasciatore Claudio Bisogniero, citando il Presidente della Repubblica Mattarella e ricordando come questa fosse la prima festa nazionale presieduta dal nuovo Capo dello Stato.

 

L’amicizia con gli Stati Uniti, l’impegno comune per la stabilità internazionale e contro il terrorismo, la straordinaria opportunità di Expo Milano 2015 e l’auspicio per la conclusione del TTIP, area di libero scambio UE-USA, sono stati evidenziati dall’Ambasciatore. Al centro del suo discorso, il ruolo degli italiani in America che hanno appena rinnovato i loro rappresentanti e dei 25 milioni di italo-americani fieri delle loro radici, ma anche ricorrenze quali  il centenario della nostra entrata nella Grande Guerra che consentì di completare la riunificazione nazionale e i 70 anni della fine del Secondo Conflitto Mondiale, significativamente commemorati dal Presidente Renzi al cimitero militare americano di Firenze.

 

Alla realizzazione dell’evento hanno contribuito numerose imprese italiane: Alcantara, B Cube, Beretta, Bracco, Calligaris, ENEL GP, Expert System, FCA, Ferrero, IGT, Lamborghini, Pirelli, Lights of Venice, Banfi, Bauli, Dallara, Prosciutto di Parma, Vini di Lombardia, Zonin. Ad accogliere gli invitati, nel piazzale dell’Ambasciata, moto Ducati, modelli Fiat, Ferrari, Lamborghini e le auto della formula Indy costruite dall’italianissima Dallara.

 

 

 

 

 

Comments are closed.