niaf-40th-jpgMILANO\ aise\ – Una raccolta fondi che ha fruttato 160mila dollari, abbastanza per “adottare” una delle guglie del Duomo di Milano, quella dedicata a santa Francesca Cabrini, patrona degli emigranti. A promuoverla è stata la Niaf, la National Italian American Association che oggi ha formalizzato l’adozione della guglia.

È stato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ad annunciarlo questa mattina insieme al presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, monsignor Gianantonio Borgonovo.
“Per noi – ha detto Maroni – è un orgoglio essere la Regione d’onore della Niaf e voglio ringraziare l’associazione e la fondazione per questa loro iniziativa, per la raccolta di fondi per 160mila dollari per procedere all’adozione della guglia della nostra santa Francesca Cabrini, nata a sant’Angelo Lodigiano nel 1850, quindi nella nostra Lombardia, ma poi emigrata negli Stati Uniti dove, nel 1946, è stata la prima cittadina statunitense di origine italiana ad essere proclamata santa, quindi oggi rafforziamo ancora di più questo legame che c’è tra la Lombardia e gli Stati Uniti attraverso questa iniziativa della Niaf cui guardiamo con grande gioia”.
All’adozione della guglia partecipano i donatori di International Patrons of Duomo di Milano, ha sottolineato Maroni, prima di annunciare un “grande evento” dedicato alla Naif ad ottobre.
“Il nostro periodo di Regione d’onore della Niaf termina il 31 ottobre, in coincidenza con la fine di Expo – ha detto Maroni – e allora per la fine di ottobre, vogliamo organizzare proprio in Expo un evento spettacolare, per salutare la chiusura di Expo e per la fine del periodo della Regione Lombardia come Regione d’onore alla Niaf. Sarà un grande evento spettacolare – ha concluso – cui stiamo già lavorando insieme alla Niaf, per finire in bellezza questa nostra grande collaborazione”.

Soddisfatta anche l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea: “si tratta – ha commentato – di una tappa importante della collaborazione tra Regione Lombardia e Niaf. Una collaborazione fortemente voluta dal presidente Roberto Maroni che ci ha portato ad essere Regione d’onore 2015 del Niaf, che ogni anno sceglie una Regione italiana per meriti ordinari e straordinari. Noi li abbiamo entrambi: in particolare quest’anno perché ospitiamo Expo”.
Nel suo intervento, l’assessore Aprea ha anche ringraziato la Niaf per il sostegno, presso il Governo americano, alla candidatura di Milano per Expo 2015(aise) 

Comments are closed.