inps

ROMA\ aise\ – Si è conclusa il 3 giugno scorso la campagna di verifica di esistenza in vita che dà diritto ai pensionati italiani all’estero di continuare a ricevere la pensione Inps da parte diCitibank.
Come ogni anno, per chi non avesse ottemperato all’invio dei moduli entro il 3 giugno, Citibank – banca che paga le pensioni per conto dell’Inps – ha previsto due date-limite entro le quali la riscossione di persona della pensione ad uno dei tanti sportelli Western Union sarà la prova – ovviamente – di essere vivi (sic).
I connazionali “ritardatari” che riscuoteranno la rata di luglio entro il 20 di questo mese (in tempo utile per la predisposizione della rata di agosto da parte di Citibank) daranno prova della loro esistenza in vita e, quindi, per le successive rate saranno ripristinate le modalità di pagamento ordinarie.
Nel caso di mancata riscossione della mensilità di luglio entro il 20 dello stesso mese, i pagamenti successivi saranno sospesi e potranno essere ripristinati solo a seguito della produzione di adeguata prova dell’esistenza in vita da parte dei soggetti interessati sia in forma cartacea che attraverso la riscossione personale della rata di luglio entro il termine del 27 settembre 2016.
Ricapitolando, due sono le date da ricordare: il 20 Luglio 2016, ultima data utile per il ritiro del pagamento di luglio presso gli sportelli Western Union per evitare che vengano impattati i pagamenti futuri; il 27 settembre 2016, Ultimo giorno per il ritiro della rata pensionistica di luglio presso gli sportelli Western Union. (aise) 

Comments are closed.