nap-gianGINEVRA\ aise\ – Fabiola Gianotti è il nuovo Direttore generale del Cern. Il Consiglio del Cern l’ha eletta oggi, durante la sua 137esima seduta. L’elezione di Gianotti sarà formalizzata solo a dicembre prossimo e il suo mandato quinquennale inizierà nel gennaio 2016.

Un’elezione rapida, si legge nella nota del CERN in cui la presidente del Consiglio, Agnieszka Zalewska, sottolinea come tutti i candidati all’incarico fossero all’altezza, ma di Gianotti ha colpito “la visione del futuro del CERN” unita alla sua “profonda conoscenza” sia del CERN che del campo sperimentale della fisica delle particelle.

“Fabiola Gianotti è un’eccellente scelta per il mio successore” il comment del direttore in carica, Rolf Heuer.

Ovviamente soddisfatta, Gianotti ha commentato: “è per me un grande onore e una grande responsabilità l’essere stata scelta come nuovo Direttore Generale. Il CETN è un centro scientifico d’eccellenza, una fonte di orgoglio e di ispirazione per tutti i fisici di tutto il mondo”. Il CERN, ha aggiunto, è anche “una culla per la tecnologia e l’innovazione, una fonte di conoscenza e formazione, un luminoso e contrato esempio della cooperazione scientifica che coinvolge tutti i paesi del mondo. E questa è la combinazione che lo rende così unico, un posto che fa di noi scienziati persone migliori. Mi impegnerò con tutta me stessa per mantenere l’eccellenza del CERN in ogni aspetto”, ha concluso.

Nata a Roma nel 1962, Fabiola Gianotti ha studiato Fisica all’Università di Milano dove, nel 1989, ha conseguito il dottorato di ricerca in fisica sperimentale subnucleare e, in seguito, è stata borsista INFN. Lavora al CERN dal 1987 e dal 1994 è fisico di ricerca nel Physics Department del CERN. Si è occupata della ricerca e dello sviluppo così come della costruzione di rivelatori, e di sviluppo di software e di analisi di dati. Ha lavorato in vari esperimenti del CERN: UA2, ALEPH e ATLAS, di cui è stata coordinatore internazionale dal 2009 al 20013). E proprio come coordinatore dell’esperimento ATLAS il 4 luglio del 2012 ha annunciato la scoperta del bosone di Higgs, risultato scientifico di immenso valore, che è stato premiato l’anno successivo con il Nobel per la Fisica ai teorici che per primi avevano ipotizzato l’esistenza di questa particelle.

Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui la nomina da parte del Presidente Giorgio Napolitano nel febbraio 2009 a Commendatore della Repubblica Italiana e nel settembre 2013 a Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. (aise)

GENTILONI: Un successo per il progresso scientifico/ GIANNINI: UN RICONOSCIMENTO ALLA scienza italiana.“Un grande successo per il progresso scientifico e per l’Italia”: così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, ha accolto la notizia della nomina a Direttore Generale dell’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (ex CERN) di Fabiola Gianotti, il fisico nucleare che ha diretto il gruppo di ricerca del CERN sul bosone di Higgs.

“A Fabiola Gianotti vanno i miei più vivi rallegramenti per questa nomina di eccellenza”, ha proseguito Gentiloni. “È il meritato risultato di una vita dedicata alla fisica nucleare e le auguro di conseguire altri e tanti risultati nel suo nuovo incarico”.

“La nomina di Fabiola Giannotti” ha aggiunto il ministro Gentiloni “è motivo di orgoglio per l’Italia e per le ricercatrici e ricercatori italiani in tutto il mondo”.

“Massima soddisfazione” per questa nomina anche da parte del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini.

Si tratta, ha spiegato il ministro, “di un grande successo per la scienza italiana. Sono certa che Gianotti farà un ottimo lavoro. Le auguro – ha continuato il ministro – ulteriori grandi successi, oltre a quelli che ha già ottenuto nella sua brillante carriera. L’alto profilo della nostra scienziata e la reputazione che ha saputo conquistarsi sono stati determinanti per la sua elezione”. “A tutto questo – ha chiosato Giannini – si è aggiunto il lavoro di squadra del Ministero, della comunità scientifica italiana e del governo, a partire dalla giornata per i festeggiamenti dei 60 anni del Cern”. (aise)

Comments are closed.