ROMA\ aise\ – “Celebriamo una ricorrenza molto sentita, rivolta a manifestare sentimenti di affetto e riconoscenza verso chi provvede quotidianamente, con generosa e totale disponibilità, ad aiutare e sostenere le famiglie soprattutto in questo momento di crisi”. È quanto scrive il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio rivolto alle nonne e ai nonni d’Italia, nella giornata di festa a loro dedicata.

“Il mio pensiero – ha continuato il Capo dello Stato – va ai nonni e a tutte le persone anziane che, chiamate a partecipare all’impegnativo percorso di risanamento economico dell’Italia, ne sopportano il peso con quotidiani sacrifici, vissuti in dignitoso riserbo, meritevoli della più alta ammirazione. Una intera generazione, che già tanto ha dato al mondo del lavoro e degli affetti, sta in tal modo contribuendo significativamente a mantenere salda la tenuta sociale del Paese”.

“Ad essa – ha sottolineato – deve andare la riconoscenza di tutto il popolo italiano. In questa particolare giornata, che cade nel corso dell’anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni, sento anche il dovere di richiamare tutte le istituzioni a corrispondere ai sacrifici e alle rinunce degli anziani, con l’adozione di efficaci politiche di aiuto e sostegno che garantiscano loro una esistenza libera, serena e dignitosa”.

“Alle nonne e ai nonni d’Italia, dei quali ho la fortuna di far parte, e a tutte le persone anziane – ha concluso il Presidente Napolitano – giungano i miei auguri più sentiti, affettuosi e partecipi”. (aise)