WASHINGTON\ aise\ – Venti immagini in bianco e nero del fotografo Renato D’Agostin verranno esposte all’Ambasciata d’Italia a Washington dal 29 settembre al 18 dicembre dopo aver fatto il giro del mondo tra le gallerie di San Francisco, New York, Milano, Parigi, Tokyo, Madrid e Istanbul.

A presentare la mostra assieme all’autore sarà Verna Curtis, curatrice della sezione Fotografia della Library of Congress, la più grande biblioteca del mondo.

Domani, 27 settembre, l’esposizione sarà proposta in anteprima nell’ambito della notte bianca di Washington – “Art All Night: Nuit Blanche DC”, evento realizzato in collaborazione con l’Ambasciata e con l’Istituto Italiano di Cultura a Washington (dalle 19:00 alle 3:00, presso il Popeye’s Building, 651 Florida Ave NW).

“D’Agostin è uno dei giovani fotografi italiani più apprezzati a livello internazionale”, ha commentato l’Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti Claudio Bisogniero. “La sua mostra s’inserisce in un programma di eventi che l’Ambasciata sta proponendo intorno all’idea del viaggio”. D’Agostin intitola infatti il progetto “Iter”, raccogliendo immagini da diversi luoghi del mondo, e focalizzandosi sulla città come luogo dal quale tutti vogliono fuggire, ma che spesso ci rimane attaccato addosso come una conchiglia. La sua carriera comincia nel 2001 a Venezia.

Dopo un periodo a Milano, D’Agostin si trasferisce oltre oceano e diventa l’assistente del grande fotografo americano Ralph Gibson. Nel 2007, la prima mostra a New York presso la Leica Gallery. Ha realizzato progetti a Tokyo, Shangai, Venezia, Istanbul, Los Angeles, Washington DC e in Sicilia, fissando momenti e particolari che sembrano senza spazio né tempo. D’Agostin è l’unico tra i più giovani artisti italiani ad essere presente nelle prestigiose collezioni permanenti della Library of Congress e della Phillips Collection a Washington. Tra le sue pubblicazioni ci sono “Etna”, “Metropolis”, “Tokyo Untitled” e “The Beautiful Cliché”, che ritrae Venezia, sua città natale. (aise)

 

Comments are closed.