22napoROMA\ aise\ – Come da tradizione, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha rivolto gli auguri per le prossime festività ai militari italiani impegnati nelle missioni internazionali. In videoconferenza dal Comando Operativo Vertice Interforze (COI), dopo il saluto del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Luigi Binelli Mantelli, e l’intervento da Herat del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, che hanno tracciato un bilancio dell’impegno complessivo dell’Italia nelle missioni internazionali, il Comandante del COI, Marco Bertolini, ha presentato al Presidente Napolitano i contingenti italiani all’estero.

I collegamenti in videoconferenza sono stati realizzati con Samantha Cristoforetti, prima donna astronauta italiana, dalla Stazione Spaziale Internazionale, i militari impegnati ad Herat (Afghanistan), a Al Bateen (Emirati Arabi Uniti), a Naqoura (Libano), a Pristina (Kosovo), a bordo di “Nave Doria” (Oceano Indiano), a Gibuti, a Mogadiscio (Somalia), a bordo di “Nave Etna” (Mediterraneo centrale), a Tripoli (Libia), a Bangui (Repubblica Centro Africana), e a Ali Al Salem (Kuwait).

Nel rispondere al saluto dell’astronauta italiana Cristoforetti, il Capo dello Stato ha detto: “Lei ci ha dato una sintesi dell’importanza della missione, dei suoi compiti e dei risultati a cui attende e ha avuto ragione di sottolineare l’eccellenza degli sforzi italiani nel campo della ricerca scientifica e tecnologica: è qualcosa che forse ancora in Italia non si comprende in tutto il suo valore”.

“Penso – ha aggiunto – che questa sua straordinaria partecipazione alla missione spaziale sarà un incentivo per gli italiani per capire che cosa importante sia impegnarci anche in particolare nelle tecnologie e nelle ricerche spaziali”.

Il Presidente Napolitano ha così commentato le parole del Capitano Cristoforetti che, nel suo messaggio di augurio al Presidente della Repubblica, ha ricordato il ruolo “fondamentale” svolto “da Italia e Europa nella grande sfida dello spazio”. La “ricerca scientifica nello spazio permette di sviluppare tecnologie e servizi che accelerano il progresso”, ha spiegato l’astronauta elogiando “il grande impegno delle istituzioni per lo spazio”.

Il Presidente Napolitano si è collegato infine con l’Ambasciata Italiana a Nuova Dehli in India con Salvatore Girone.

Sui marò da parte dell’India, ha detto Napolitano, c’è una “scarsa volontà politica di dare una soluzione equa e un malfunzionamento della giustizia che non è un problema solo italiano”. L’assicurazione di un processo “rapido e corretto” per i Marò ricevuta un anno fa dall’ambasciatore indiano “è rimasta una frase”, secondo il presidente, che ha annunciato che domani mattina sarà a colloquio con il premier Matteo Renzi, che lo aggiornerà “sugli ultimi passi verso le autorità indiane”.

“Ringrazio il presidente Napolitano: sono ancora fiducioso nelle nostre istituzioni nonostante tutto quello che è accaduto negli ultimi tre anni”, ha replicato Girone. (aise)

 

Comments are closed.