ROMA\ aise\ – La crisi passa in Parlamento ma non , almeno non ancora, per un voto di fiducia bensì per un chiarimento che il Presidente del Consiglio Enrico Letta intende fornire alle Camere con le proprie valutazioni sull’accaduto e sul da farsi.

 

E’ quanto emerge dall’incontro che iI Premier ha avuto in serata con il  Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Quirinale, accompagnato  dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Filippo Patroni Griffi. 

Nel corso dell’incontro, spiega una nota della Presidenza della Repubblica, “E’ stata attentamente esaminata la situazione che si è venuta a creare a seguito delle dichiarazioni del Presidente Berlusconi e delle dimissioni rassegnate dai ministri del PdL in adesione a quell’invito. Il succedersi nella giornata odierna di dichiarazioni pubbliche politicamente significative dei ministri dimissionari, di vari esponenti del PdL e dello stesso Presidente Berlusconi ha determinato un clima di evidente incertezza circa gli effettivi possibili sviluppi della situazione politica. Da ciò il Presidente del Consiglio ha tratto, d’intesa con il Presidente della Repubblica, la decisione di illustrare in Parlamento – che è la sede propria di ogni risolutivo chiarimento – le proprie valutazioni sull’accaduto e sul da farsi.”,

Sarà il Premier Letta a concordare la data dei dibattiti con i Presidenti delle Camere.(aise)

Comments are closed.