0_comites   

Attesa nei prossimi giorni la ratifica parlamentare del decreto che indica le modalità di voto. Resta il suffragio per corrispondenza, ma per ricevere il plico elettorale è necessaria l’iscrizione all’ufficio consolare di competenza almeno 50 giorni prima della data stabilita per il voto

 

ROMA – È attesa nei prossimi giorni la ratifica parlamentare del decreto legge del 1° agosto 2014 n.109 recante anche le disposizioni per il rinnovo dei Comites, organismi elettivi che rappresentano le esigenze dei cittadini italiani residenti all’estero nei rapporti con gli uffici consolari e concorrono alla promozione di iniziative rispondenti a tali esigenze.

In assenza di modifiche al decreto, l’esercizio di voto avverrà come in passato e come per le elezioni politiche per corrispondenza, ma il plico elettorale con le schede arriverà solo a coloro che si saranno registrati nell’elenco degli elettori presso il proprio Consolato di riferimento.

Chi intende votare dovrà dunque essere iscritto all’Aire e registrarsi presso l’elenco degli elettori sopra richiamato compilando un apposito modulo che dovrà essere inviato per posta ordinaria, per posta elettronica, via fax o recandosi di persona alla sede del Consolato di riferimento. La richiesta dovrà pervenire all’ufficio consolare almeno 50 giorni prima della data stabilita per le votazioni. Il modulo dovrà essere compilato e firmato e unito ad una copia di un documento d’identità.

Per esercitare il proprio diritto di voto i cittadini italiani maggiorenni residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali e residenti da almeno 6 mesi nella circoscrizione consolare, devono dunque far pervenire apposita domanda all’ufficio consolare di riferimento entro la scadenza stabilita di 50 giorni prima la data del voto dei Comites. L’ufficio consolare competente entro il ventesimo giorno antecedente la data del voto invierà a ciascun elettore che abbia presentato la domanda di ammissione al voto un plico contenente il materiale elettorale ed un foglio informativo illustrante le modalità di voto. Dopo aver espresso il proprio voto seguendo le indicazioni fornite, l’elettore restituirà per posta al proprio ufficio consolare la busta già affrancata e contenuta nel plico elettorale. La busta deve essere inviata al più presto possibile in modo da giungere a destinazione non oltre le ore 24 del giorno stabilito per le votazioni.

I Comites collaborano con gli uffici consolari ad individuare necessità di natura sociale, culturale e civile delle collettività residenti all’estero. In collaborazione, oltre che con le Autorità consolari, anche con le Regioni e le autonomie locali nonché con Enti e Associazioni operanti nella circoscrizione consolare, tali organismi elettivi promuovono, nell’interesse della collettività italiana residente nella circoscrizione, tutte quelle iniziative ritenute opportune in materia di vita sociale e culturale, assistenza sociale e scolastica, formazione professionale, settore ricreativo e tempo libero. Sono composti da 12 membri, per le collettività che contano fino a 100.000 cittadini italiani residenti nella circoscrizione, o da 18 membri, per le collettività che superano tale soglia, che restano in carica cinque anni e non percepiscono remunerazione per la loro attività. I membri dei Comites sono eletti sulla base di liste di candidati sottoscritte dai cittadini italiani residenti in ogni circoscrizione consolare. (Inform)

 

Comments are closed.