ROMA – Al 31 dicembre 2012 risiedevano in Italia 59.685.227 persone, di cui più di 4milioni e 300mila (7,4%) di cittadinanza straniera. Sono i dati Istat del Bilancio demografico nazionale relativo al 2012.

Nel corso del 2012 la popolazione è cresciuta di 291.020 unità (+0,5%). L’aumento dello 0,5%, spiega l’Istat, è dovuto in parte alla revisione post censuaria delle anagrafi e, in parte, alle migrazioni dall’estero, che compensano il calo di popolazione dovuto al saldo naturale negativo.

Il movimento naturale della popolazione ha fatto registrare un saldo negativo di circa 79 mila unità. In particolare, sono stati registrati più di 12 mila nati in meno rispetto all’anno precedente e circa 19 mila morti in più.

Il movimento migratorio con l’estero nel 2012 ha fatto registrare un saldo positivo pari a circa 245 mila unità. Il movimento migratorio, sia interno sia dall’estero, è indirizzato prevalentemente verso le regioni del Nord e del Centro.

Le famiglie anagrafiche sono 25 milioni e 873 mila; il numero medio di componenti per famiglia è pari a 2,3. (Sul sito web http://demo.istat.it , alla voce “Bilancio demografico” sono disponibili i dati del bilancio demografico per ciascun comune italiano). (Inform)

 

Comments are closed.