RenderImageWASHINGTON aise – L’Italia è stata tra i primi Paesi europei a istituire la “Giornata della Memoria” che si tiene in tutto il mondo ogni anno il 27 gennaio. In questo ambito, l’Ambasciata, i Consolati e gli Istituti di Cultura italiani negli Stati Uniti propongono un ampio ventaglio di eventi culturali per coltivare la memoria della Shoah nelle giovani generazioni e continuare ad onorare le vittime dell’Olocausto. Quest’anno gli eventi commemorativi costituiscono anche parte integrante del calendario del “2013 – Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti”.

“La rete diplomatica italiana negli Stati Uniti – ha sottolineato l’Ambasciatore d’Italia a Washington Claudio Bisogniero – sta profondendo un impegno speciale per sottolineare il senso di questa Giornata, che rappresenta un monito a non dimenticare l’orrore dell’Olocausto e a vigilare, anche in futuro, contro ogni forma di antisemitismo”.

L’Ambasciata a Washington propone due appuntamenti: il primo è lo spettacolo teatrale “1938 – L’Invenzione del Nemico”, che si snoda attorno alle leggi razziali varate dal Regime fascista, in tournée da ieri in vari palcoscenici dell’area di Washington DC (il 26 gennaio al Cong Tifereth Israel; il 28 al Theater J e il 30 al Nyumburu Cultural Center).

Secondo appuntamento in programma in Ambasciata sarà, lunedì 28 gennaio, la proiezione del film The Righteous Enemy, diretto nel 1987 da Joseph Rochlitz. La pellicola mette in luce il ruolo di esponenti della Diplomazia e delle Forze Armate italiane nell’opporsi alla deportazione di circa 40.000 Ebrei nelle zone occupate dall’Italia in Francia, Grecia e nella ex Yugoslavia. All’evento sarà presente lo stesso Joseph Rochlitz, che farà un’introduzione al film.

Numerosi altri appuntamenti sono proposti, in questi giorni, dai Consolati Generali e dagli Istituti di Cultura Italiani nelle principali città americane. Da New York a San Francisco, da Boston a Filadelfia, da Chicago a Miami, da Los Angeles a Newark, ampio spazio sarà dedicato a commemorazioni, presentazioni, conferenze e proiezioni cinematografiche sul tema dell’Olocausto e della memoria della Shoah. (aise)

Comments are closed.