A 30 anni dalla scomparsa del grande scrittore italoamericano due Concorsi letterari

L’8 maggio 1983 moriva a Los Angeles il grande scrittore italo americano John Fante, cieco ed amputato di entrambe le gambe per un diabete che da anni lo assillava. Era nato a Denver, in Colorado, l’8 aprile 1909 da Nicola Fante (Nick), emigrato abruzzese di Torricella Peligna e da Mary Capoluongo, originaria di Chicago e figlia d’immigrati lucani.

“Rimasi fermo per un attimo a leggere, poi mi portai il libro al tavolo con l’aria di uno che ha trovato l’oro nell’immondezzaio cittadino … Quando cominciai a leggere quel libro mi parve che mi fosse capitato un miracolo, grande e inatteso … l’autore era John Fante, che avrebbe esercitato un’influenza duratura su di me …”.

Sono passati 30 anni dalla sua morte e vogliamo ricordarlo con le parole di Charles Bukowski. A lui si deve la riscoperta di questo grande scrittore italo americano che tanto ha segnato la letteratura del ‘900. Uno scrivere ficcante, rapido, incisivo, ironico. Fante ha la capacità di raccontare il mondo che gli ruota intorno: “C’era qualcosa che non andava, anzi, c’era tutto che non andava … Guardai le facce della gente attorno a me, e sentii che la mia era uguale alle altre. Facce senza sangue, facce tirate, preoccupate, smarrite. Facce sbiadite come fiori strappati dalla radice e ficcati in un altro vaso. Dovevo andarmene da quella città.” (da Chiedi alla polvere).

Il Comune di Torricella Peligna, paese di origine del padre dello scrittore, dal 2006 organizza il Festival “Il Dio di mio padre”, sotto la direzione artistica di Giovanna Di Lello, e per la VIII edizione, che si svolgerà dal 23 al 25 agosto prossimi, indice due concorsi letterari.

Il primo è per racconti inediti dedicati a John Fante, in occasione del Trentennale della morte dello scrittore. Per partecipare al concorso è richiesta la pubblicazione del racconto sul profilo Facebook del Festival letterario “Il Dio di mio padre” dedicato a John Fante, al seguente indirizzo http://www.facebook.com/johnfante.org. I racconti si possono postare fino al 30 giugno 2013.

Il secondo concorso è il “PREMIO JOHN FANTE OPERA PRIMA”, per il romanzo o la raccolta di racconti, riservato ad un’opera prima, in lingua italiana, edita in Italia nel corso dei dodici mesi precedenti il bando. La Giuria tecnica, composta da Francesco Durante (presidente), Masolino D’Amico e Giulia Alberico, provvederà a scegliere le tre opere finaliste e le sottoporrà ad una Giuria popolare che ne decreterà il vincitore. Le opere dovranno essere consegnate o recapitate alla Segreteria del Festival entro e non oltre il 15 giugno 2013. Tutte le informazioni sul sito www.johnfante.org

Comments are closed.