Scala academy 

 

Nell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, i solisti e l’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala saranno per la prima volta in America con due concerti diretti dal maestro Daniele Rustioni. Grazie al sostegno della Fondazione Bracco, i giovani talenti italiani si esibiranno prima a Chicago e, poi, il 4 dicembre al Music Center at Strathmore di Bethesda (Washington)

Washington, DC – 25 novembre 2013 – I giovani solisti e musicisti dell’Orchestra dell’Accademia varcano l’oceano per celebrare l’Anno della cultura italiana negli USA. Guidati dal Maestro Daniele Rustioni, si esibiranno il soprano Ludmilla Bauerfeldt e il tenore Jaeyoon Jung, diplomati nel giugno 2013 presso l’Accademia di Perfezionamento per Cantanti Lirici del Teatro alla Scala. Daniele Rustioni è oggi uno dei più affermati direttori della sua generazione. Ex allievo del Corso per maestri collaboratori, ha già diretto i musicisti della scuola scaligera in diverse occasioni, fra cui si segnalano le più recenti: un concerto sinfonico a Losanna, uno lirico a Bad Kissingen per il prestigioso Kissinger Sommer Festival e una tournée in Emilia Romagna con “L’occasione fa il ladro”.

L’Orchestra si esibirà al Music Center at Strathmore, mercoledì 4 dicembre 2013 alle ore 19:30. I biglietti, dai 10 ai 29 dollari, possono essere acquistati sul sito www.strathmore.org o telefonando al (301)581-5100.

I concerti di Chicago e Washington saranno un tributo al patrimonio operistico italiano, con ouverture e arie delle più note opere di Gioacchino Rossini, Gaetano Donizetti, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, e un’incursione nella musica per film, con l’interpretazione sinfonica della colonna sonora firmata da Nino Rota per “La strada” di Federico Fellini.

“La musica è un elemento fondamentale del nostro straordinario patrimonio artistico e del programma che celebra il 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti”, ha detto l’Ambasciatore d’Italia negli USA Claudio Bisogniero. “Rappresenta anche il legame tra passato e futuro, tra tradizione ed innovazione, tra maestri e nuove generazioni di interpreti come quelli dell’Accademia Teatro alla Scala”.

La prima tournée americana dell’Accademia della Scala è promossa e realizzata grazie al sostegno di Fondazione Bracco, che da 2 anni è Main Partner dell’Accademia: una collaborazione in linea con la mission della Fondazione di promuovere e diffondere espressioni della cultura, della scienza e dell’arte quali mezzi per migliorare la qualità della vita e la coesione sociale. Fondazione Bracco è anche attenta alla crescita umana e culturale delle nuove generazioni e alla valorizzazione dei giovani talenti in tutto il mondo.

“La musica ha una valenza etica ed educativa incredibile, e più impari ad ascoltarla più la ami”, ha affermato Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco. “Per questo negli anni abbiamo realizzato tantissime iniziative a favore della musica e dei grandi talenti musicali italiani. Dal 2011, in particolare, la Fondazione Bracco ha stretto un legame speciale con l’Accademia della Scala che rappresenta oggi un unicum nel panorama dell’alta formazione in Europa. Questa scelta di investire sulle nuove generazioni faceva del resto parte integrante del nostro ProgettoDiventerò”.

Per l’Orchestra dell’Accademia i concerti statunitensi sono un’esperienza estremamente importante, che  arricchisce le già numerose esibizioni effettuate dagli allievi nell’arco del biennio di studi. Fra settembre e ottobre 2013, ad esempio, il gruppo artistico è stato protagonista – insieme ai cantanti solisti – de La scala di seta nell’interpretazione di Damiano Michieletto, al Teatro alla Scala quale titolo del tradizionale Progetto Accademia. I giovani artisti hanno anche vissuto in prima linea il Gala per i 200 anni della Scuola di Ballo, accompagnando i passi dei ballerini sul palcoscenico del medesimo teatro sotto la direzione di David Coleman, e hanno fatto un’emozionante tournée in Italia con il maestro Fabio Luisi.

La serata del 4 dicembre sarà ripresa dalle telecamere di SKY Classica, che ha recentemente inserito nel suo palinsesto il settimanale “Talenti!”, documentario in 38 puntate dedicato proprio ai giovani allievi dell’Accademia. 

 

Comments are closed.