MILANO\ aise\ – Accompagnato dal Console Generale degli Stati Uniti a Milano, Philip T. Reeker, l’Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia John R. Phillips ha visitato il Padiglione USA per Expo Milano 2015.

In questa occasione, Phillips e Reeker hanno firmato la trave che verrà posata sul culmine della costruzione, dove già da qualche settimana sventola la bandiera degli Stati Uniti. Hanno apposto le proprie firme sulla trave anche alcuni membri dei Friends of the USA Pavilion (Dorothy Hamilton, Mitchell Davis, e Julie Waller), l’architetto Jim Biber e diversi rappresentanti dei principali sponsor.

Ieri, a Washington, il Segretario di Stato americano John Kerry ha presentato ufficialmente il nuovo Commissario Generale del Padiglione USA, Douglas Hickey.

Nel suo ruolo di Commissario Generale, Hickey, che è stato presidente e amministratore delegato di BinWise, Inc., coordinerà la costruzione e la gestione del Padiglione USA, che rappresenterà gli Stati Uniti durante Expo Milano 2015. Commentando l’annuncio del Segretario di Stato Kerry, l’Ambasciatore Phillips si è detto “lieto che il Segretario Kerry abbia scelto Doug Hickey Commissario Generale del Padiglione USA a Milano Expo 015. Con Doug nel ruolo di Commissario Generale, che lavorerà fianco a fianco con il nostro Console Generale a Milano, Ambasciatore Reeker, abbiamo messo in campo una squadra fortissima per assicurare un enorme successo al padiglione USA”.

Il tema scelto per il Padiglione USA è “American Food 2.0: United to Feed the Planet”: permetterà di illustrare l’unicità della storia del cibo in America attraverso i suoi molteplici aspetti, dalla sicurezza, alle politiche alimentari, alle relazioni internazionali, alla scienza e alla tecnologia, alla nutrizione e alla salute e alla cultura culinaria. “Accogliamo con entusiasmo la nomina del Commissario Generale Hickey, che sottolinea l’importanza del ruolo svolto negli Stati Uniti dal settore della tecnologia nell’affrontare le sfide legate alla sicurezza alimentare nel mondo. L’innovazione americana sarà presentata nella mostra ‘American Food 2.0: United to Feed the Planet’ e siamo certi che il Padiglione USA trarrà beneficio dalla conoscenza profonda e dall’esperienza di Doug nel settore privato, sia nell’ambito delle start-up che in quello delle grandi aziende”, ha dichiarato Dorothy Hamilton, presidente dei Friends of the USA Pavilion, la partnership pubblico-privata nata dalla collaborazione tra la James Beard Foundation, l’International Culinary Center e l’American Chamber of Commerce in Italia.

“Sono entusiasta di entrare nel team del Padiglione USA perché so che potremo mostrare la capacità di innovazione ed il ruolo di leader che gli Stati Uniti hanno nell’arena globale dell’alimentazione ed insieme offrire ai visitatori un’esperienza indimenticabile” ha dicharato il Commissario Generale Hickey. “Ci impegneremo per creare un Padiglione USA dinamico, che metta in luce il ruolo unico che gli Stati Uniti possono giocare nel futuro dell’alimentazione mondiale e sottolineare aspetti importanti quali la sicurezza alimentare e la sostenibilità”. (aise)

 

Comments are closed.