alfano jpgROMA\ aise\ – La collaborazione tra Italia e Stati Uniti nella lotta contro il terrorismo internazionale, con particolare riguardo al fenomeno dei foreign fighters, è stato il tema al centro del colloquio che si è svolto al Viminale tra il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e il direttore del Federal Bureau of Investigation, l’FBI, James Comey, accompagnato dall’ambasciatore degli Stati Uniti d’America a Roma, John Phillips.

Erano presenti il capo di Gabinetto del ministro Luciana Lamorgese, il capo della Polizia e direttore generale della Pubblica Sicurezza, Alessandro Pansa, il comandante generale dell’Arma dei Carabineri, Tullio Del Sette, e il comandante generale della Guardia di finanza, Saverio Capolupo.

Alfano e Comey, che hanno anche discusso della situazione in Libia e dei rischi connessi alla sicurezza, hanno concordato di rafforzare ulteriormente la cooperazione in materia di criminalità organizzata e, in particolare, riguardo al fenomeno degli attacchi cibernetici, intensificando l’azione di contrasto nel settore della sicurezza informatica. (aise

Comments are closed.