MariaWjpgThe entire Wilmeth family wishes to thank you for your condolences, comfort, and support during this time of mourning.  We are grateful and know that we are blessed with the love and caring of all of mom’s friends and colleagues.

Due to the long waiting list at Arlington National Cemetery, we do not anticipate Maria’s burial with her husband, Elwood, to occur until late Spring or Summer.   Consequently, our family has decided to celebrate her memorial on Sunday, January 26th  between 2-4pm at the Money & King Funeral Home, located at 171 Maple Ave W,  in Vienna, VA  / (703) 938-7440.
.
You are all invited to attend.  However, for those that attended the memorial service at Holy Rosary church last week, which was sponsored by COPILAS and the Italian Cultural Society, we do not expect you to feel obligated to attend this one as well

Whenever a date is finalized for her Arlington Cemetery funeral, we will let you know.

 

RICORDANDO MARIA WILMETH  – 14 GENNAIO 2014 -Holy Rosary Church- by Pino Cicala *

 

Ringrazio per il privilegio e l’onore di ricordare Maria WILMETH  e chiedo scusa se non riusciro’  ad onorare degnamente la sua memoria…

Ho conosciuto Maria piu di quarant anni fa ed ho avuto la fortuna di averla accanto come vice presidente  alla Italian Society of Washington. . Allora la Society era divisa sulla sua identita:-  societa letteraria o associazione italiana. Per me fu un  opportunita di conoscerne le qualita di leadership e  dedizione e la sua capacita unica di poter lavorare con tutti e di trovare sempre  punti su cui costruire : La crisi fu risolta.

Quando  l’ambasciata mi informo’ che era stato trovato un capitolo di bilancio e potevo quindi fare la domanda  per la mia richiesta di un contributo per aggiungere nel mio programma Radio  un corso di italiano per anglofoni dissi al consigliere Gesini che io non potevo assumermi altri impegni ma che conoscevo la persona adatta a gestire il programma di lingua italiana e gli chiesi di affidare il compito a Maria Wilmeth

Maria accetto’ preparo’ un programma ed un bilancio  preventivo e la richiesta parti da me come Presidente della Italian Society con accluso il piano di lavoro di Maria.

La storia del programma di lingua italiana . e’ un monumento alla tenacia, all’ abilita ed alla dedizione di Maria che lo porto’ da  due classi  serali a decine di  scuole medie e licei della area metropolitana dove l’Italiano e’ ora   parte del curriculum.

Con l’appoggio dell Ambasciata e di un gruppo di persone fondo’ il COPILAS, (Consiglio per la promozione della lingua italiana nelle scuole americane)  e produsse una brochure per spiegare perche’ era conveniente studiare italiano non solo come lingua di cultura ma come lingua di lavoro.  Spiegava ai genitori come trattare con i locali School Board perche’ l’italiano fosse offerto nei loro programmi.

Offri’  assistenza,insegnanti ed anche sussidi in denaro come seed money per dare  inizio a  corsi di italiano che dopo il primo anno sarebbero poi continuati a spese delle scuole.

Maria vedeva lontano..e sapeva affrontare  i problemi e trovarne la soluzione perche ‘ per lei nulla era impossibile e non accettava No come risposta.

Ma  il successo creava anche pronlemi, ed  erano tanti

L’aumento della richiesta di italiano creava  la necessita di insegnanti..e Maria cerca accordi con universita italiane specializzate per preparare ed aggiornare i docenti…

Nelle scuole pubbliche non basta la preparazione, ma occorre anche la certificazione che si ottiene freguentando scuole americane: nasce cosi la doppia laurea in italiano ed educazione all Universita del Maryland .

Con la sua esperienza come responsabile delle lingue straniere alla Fairfax County e come Direttrice del corsi dell USDA cura l’organizzazione e le strutture degli enti gestori..sia della Italian Cultural Society che e della Scuola  di Casa Italiana e pubblica testi per l’insegnamento delle lingue straniere

Assieme al COMITES partecipa ai convegni annuali alla ACFTL ove la presenza italiana diventa sempre piu importante: il convegno di Baltimora viene inaugurato dall’Ambasciatore italiano e si firma un  Memorandum of Understanding con lo Stato del Maryland.

Tutti problemi affrontati  con un gruppo di collaboratori  (Olga Mancuso ,Giuseppe Lupo,Roberto Severino,  Isella o Rourke, Giuseppe Falvo  ,Padre Lidio Tomasi,Dan Stabile,Jim Cocco, Denis Santoli,me ed i compianti Len D’Urso , Magda  Ferretti , e Cesarina Horing) ed i membri del Board of directors.

Maria sapeva lavorare con tutti..e sapeva mobilitare e motivare..dialogare  discutere e anche perdonare

Per motivare presidi ed insegnanti delle scuole americane Maria organizza con il Washington Post un premio speciale , e poi li porta in Italia con il programma  “L’arte di insegnare l’italiano attraverso l’arte”.

Maria lavora di concerto con gli uffici scuola, con le associazioni italoamericane, intesse relazioni di lavoro con organismi del governo italiano ed a sue spese  intrattiene nello loro visite a Washington funzionari che possono aiutare la causa.

 

Maria  e’ instancabile . la meta finale e’ ottenere l’italiano come programma AP (Advanced placement) ed identifica 500 licei americani disposti ad offrire Italiano nei loro curricoli.

Il governo italiano si unisce a due grandi associazioni italo americane per raggiungere la somma richesta dal College Board ed inizia il programma AP ma non si raggiunge il numero minimo di studenti ed il programma non viene rinnovato si riparte ,di concerto con l’ufficio scuola della Ambasciata, e l’AP e’ ora nuovamente in forza..fino al 2015

Potrei continuare la meravigliosa storia ma desidero ricordare alcuni meritati  riconoscimenti

Maria  e’ Membro Emerito  dello State Board of Education del Maryland , ed ha ricevuto fra le tante altre decorazioni,la medaglia per l’educazione e  la Commenda dell’ordione della Stella dal Governo Italiano…

L’opera di maria resta un monumento  ed un esempio.

Il programma di Italiano non fu il suo solo impegno . Come rappresentante della Italian Society in  Amerito, un associazione dei organizzazioni italoamericane attiva fino agli anni 80, non solo promosse l’inegnamento dell’ italiano ma tanti eventi che tenevano unita la nostra comunita fra i quali edesidero ricodarne uno : Nel 1982 Maria, allora Presidente di Amerito, organizzo’  la prima ultima e sola Columbus  Day Parade che guido’ come Grand Marshal lungo Constitution Avenue

Ma pensiamo ora ad onorarne la memoria

..

Possiamo farlo

Dobbiamo farlo assicurando la continuaziine e crescita dell’ insegnamento della lingua italiana e l’ esistenza  del programma di AP

Perche esso continui e diventi un programma perpetuo bisogna raggiungere i 2500 studenti che  sostengono l’esame entro la fine del 2015 o per la seconda volta avremo sprecato lavoro e denaro, tanto denaro..

Dobbiamo farlo in onore di Maria..e di quanti con lei hanno lavorato nelle varie capacita per quasi mezzo secolo..

Esiste il desiderio, e forse anche la volonta , ma bisogna  rinnovare l’impegno e nel nome di Maria Wilmeth  ..vi chiedo di impegnarvi, a fare tutto cio che e possibile e anche di piu per raggiungre il numero magico spiegando la convenienza anche  pratica di avere dei crediti validi all’ Universita

Bisogna lavorare assieme unendo  Individui, associazioni ,istituzioni ,senza esclusioni, dalle strutture che coordinano  questa campagna che dobbiamo vincere,

Solo allora potremo dire di avere apprezzato quanto Maria ha dato..

Solo cosi potremo veramente onorare la sua memoria    .  Riposi in pace

 

 

Comments are closed.