ROMA\ aise\ – Un “auspicio veramente forte” di ottenere dalle autorità indiane il permesso per riavere i due marò in Italia per Natale è stato espresso dal Ministro degli Esteri italiano Giulio Terzi in un incontro con la stampa italiana al termine della XIII sessione del Consiglio per la cooperazione economica, industriale e finanziaria tra Italia e Russia, svoltosi ieri a Mosca nel centro innovazione di Skolkovo .

“Auspico fortemente di poterli riabbracciare in Italia per questo Natale”, ha dichiarato il ministro, che ha confermato di aver parlato della richiesta di permesso coi “massimi livelli” del governo di Delhi “già da un paio di settimane”.

Terzi ha poi ribadito che si tratta di “un fatto veramente umano, sul quale tutte le autorità indiane dovrebbero essere pienamente concordi”. Il Ministro, che ieri ha incontrato il vice premier russo Arkady Dvorkovich – copresidente del Consiglio di cooperazione Italia e Russia – ha detto di aver parlato della vicenda “recentemente con alti esponenti del governo russo”, ricevendo solidarietà. Il capo della diplomazia italiana ha comunque escluso la necessità di mediazioni e ha specificato che la questione “va risolta direttamente dall’Italia con l’India in un contesto in cui la voce della comunità internazionale è di grande importanza”.

“La grande autorevolezza della Corte Suprema indiana, che sta valutando il caso sul punto di fondo della giurisdizione funzionale dei nostri marò, la grande indipendenza di giudizio e la profonda conoscenza del diritto internazionale che questi magistrati hanno sempre dimostrato – ha concluso – sono tutti elementi che fanno nascere in me e in tutto il governo una radicata fiducia che la questione si risolverà rapidamente”. (aise)

 

Comments are closed.