RenderImageCari Connazionali,

sono felice di celebrare con voi questo 2 giugno del 2013, 67esimo anniversario della fondazione della Repubblica Italiana.

E’ un’ occasione che ci riempie di gioia e che ha un profondo significato, anche perché e’ una ulteriore opportunità per celebrare gli eccellenti rapporti di amicizia che esistono fra l’Italia e gli Stati Uniti.  Rapporti che si fondano fra l’altro proprio sulla presenza di oltre 25 milioni di americani d’origine italiana e di più di 200.000 cittadini italiani che hanno fatto degli Stati Uniti la loro casa.

Non ho bisogno con voi di sottolineare quanto straordinario sia stato il contributo dato dagli italiani alla crescita ed allo sviluppo degli Stati Uniti, di quali sacrifici ed eccezionali risultati questo contributo sia stato intessuto.

La celebrazione nel 2013 dell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, con più di 200 eventi in oltre 50 città, ci offre proprio l’occasione per riflettere sull’apporto che il nostro grande Paese ha dato alla cultura universale in termini di arte, musica, letteratura, ma anche su quello che l’Italia continua a dare ora anche nei settori più avanzati ed innovativi della ricerca scientifica e tecnologica, settori per i quali siamo ammirati negli Stati Uniti e a livello internazionale.

Come non ricordare gli oltre 700 accordi di ricerca fra università americane ed italiane, con scambi di ricercatori e di risultati che contribuiscono quotidianamente al progresso della conoscenza e del benessere globali?  Come non pensare alle decine di migliaia di studenti italiani che studiano in America, o americani che studiano in Italia?

Per non parlare poi delle relazioni economiche e commerciali fra i nostri due Paesi, in crescente sviluppo, così come i contatti fra i nostri due popoli, grazie anche a flussi turistici sempre più significativi.

La salda amicizia fra l’Italia e gli Stati Uniti si fonda anche sul comune rispetto per i valori di libertà e dignità umana che i soldati italiani ed americani difendono insieme in alcuni fra i più importanti teatri internazionali.  L’Italia e gli Stati Uniti hanno una comune visione delle relazioni internazionali e condividono l’impegno a favore della pace e della stabilità nel mondo.

 Non posso non concludere sottolineando l’importanza di tenere vivo il comune retaggio italiano, soprattutto attraverso la promozione dell’insegnamento della lingua italiana, anche a livello AP.  Non dobbiamo dimenticare l’obiettivo di 2.500 studenti nel 2015, obiettivo per cui dobbiamo ancora tutti insieme lavorare. 

E’ per questo motivo che desidero ringraziare tutti coloro che, con il loro quotidiano impegno, contribuiscono alla diffusione della nostra bella lingua: autorità scolastiche, insegnanti, enti gestori, associazioni.

E’ dunque con la consapevolezza dell’immenso patrimonio che gli italiani residenti negli Stati Uniti e gli americani di origine italiana costituiscono per il nostro Paese, che vi esprimo il mio sincero “Grazie!” ed auguro a tutti buona Festa della Repubblica!

 

Claudio Bisogniero

Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti

************

Dear fellow Italians,

 

          I am happy to celebrate this June 2, 2013 with you, the 67th anniversary of the founding of the Republic of Italy.

 

          It is an occasion that fills us with joy and that has deep meaning, also because it is another opportunity to celebrate the excellent relations of friendship between Italy and the United States. A relationship that is based, among many things, on the presence of over 25 million Americans of Italian origin and more than 200,000 Italian citizens who have made ??the United States their home.

 

          I do not need to emphasize Italy’s extraordinary contribution to the growth and development of the United States, the sacrifices and the exceptional outcome that this contribution has produced.

 

          The celebration of 2013 the Year of Italian Culture in the United States, with more than 200 events in over 50 cities, provides us with the opportunity to reflect on the contribution of our great country to culture as a whole, in terms of art, music, literature, but also on what Italy continues to give even now in the most advanced and innovative areas of scientific research and technology and which have drawn great admiration from the United States and the global community.

 

          How can we forget the 700 plus research agreements between Italian and American Universities, which encourage the exchange of researchers and produce results that contribute daily to the advancement of knowledge and overall wellbeing? How can we not think of the tens of thousands of Italian students studying in America or Americans studying in Italy?

 

          Not to mention the economic and trade relations between our two countries, which are constantly growing, as well as the contacts between our two peoples, also thanks to the flow of tourism which has become more and more significant.

 

          The solid friendship between Italy and the United States is also based on the common respect for the values ??of freedom and human dignity that Italian and American soldiers defend together in some of the most important international theaters. Italy and the United States have a common vision of international relations and a common commitment to peace and stability in the world.

 

          I cannot conclude without stressing the importance of keeping our common cultural heritage alive, especially by promoting the teaching of the Italian language, including at the AP level. We must not forget the goal of enrolling 2,500 students in 2015, an objective that we must work toward together.

 

          It is for this reason that I wish to thank all of those who, with their daily commitment, contribute to the dissemination of our beautiful language: schools, teachers, associations, and our government sponsored Enti Gestori.

 

          Aware of the immense contribution of Italians living in the United States and of Americans of Italian descent, I would therefore like to extend my sincerest “Grazie!” And I wish all of you a happy National Day!

 

 

Claudio Bisogniero

Ambassador of Italy to the United States

Comments are closed.