alfano jpg

ROMA\ aise\ – Cooperazione internazionale in materia di sicurezza e contrasto alla criminalità organizzata, con particolare attenzione alla collaborazione con l’FBI (Federal Bureau of Investigation), lotta al terrorismo internazionale e all’immigrazione irregolare. Questi i temi affrontati dal ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ieri, durante i colloqui a Washington con l’Attorney General, Eric Holder e con l’Homeland Security Secretary, Jeh Johnson.

Per quanto riguarda le strategie di contrasto alla criminalità organizzata, il ministro Alfano ha ricordato l’importanza della collaborazione fra polizie, grazie alla quale la Polizia italiana e l’FBI hanno potuto arrestare, di recente, diversi esponenti di spicco della ‘ndrangheta che operavano tra Italia e Stati Uniti.

“Abbiamo in programma un progetto di formazione comune dei nostri agenti – ha spiegato Alfano incontrando la stampa italiana – Si tratta della prosecuzione di una collaborazione che ha portato all’operazione New Bridge e che ha dato un durissimo colpo ai clan in Italia e in Usa. La lotta alla criminalità organizzata è un fenomeno globale che non può essere più combattuto a livello locale”. (aise)

 

Comments are closed.