WASHINGTON\ aise\ – Prima visita ufficiale del 2014 negli USA per il ministro della Difesa Mario Mauro che ha incontrato ieri, al Pentagono, il Segretario alla Difesa Chuk Hagel. Numerosi i temi al centro del colloquio bilaterale, tra i quali la vicenda dei due Fucilieri di Marina, La Torre e Girone, Afghanistan, Siria e sicurezza nel Mediterraneo.

In merito alla vicenda di Massimiliano La Torre e Salvatore Girone, gli Stati Uniti hanno espresso la loro vicinanza all’Italia, un tema, quello dei Fucilieri di Marina, che potrebbe essere sollevato di nuovo oggi, in occasione dell’incontro con il Consigliere per la Sicurezza Nazionale della Casa 1Bianca, Susan Rice.

Il ministro Mauro, ricordando l’importante contributo italiano alla missione ISAF, ha spiegato che il Governo italiano ha dato la sua disponibilità a supportare il processo di riconciliazione dell’Afghanistan dopo il 2014 “subordinandola alla volontà del Parlamento italiano”.

L’Italia, in particolare, ha dato la sua disponibilità a continuare ad assistere il popolo afghano sul fronte dell’addestramento delle Forze locali e della cooperazione civile e militare.

Al centro dei colloqui anche la Libia, la sicurezza euro-mediterranea e l’attività antipirateria.

Riferendosi alla cooperazione nella gestione delle crisi internazionali, il ministro Mauro ha sostenuto l’importanza di una maggiore condivisione degli oneri e di un maggior impegno europeo sia in Europa che nel Mediterraneo. A tal proposito, il ministro ha illustrato l’impegno italiano nell’operazione umanitaria “Mare Nostrum”, che ha l’obiettivo di contrastare il traffico di esseri umani gestito da organizzazioni criminali per finanziare il terrorismo internazionale.

In merito, gli Stati Uniti hanno confermato il loro appoggio alla posizione italiana sul problema degli arrivi di clandestini a Lampedusa, per la cui soluzione l’Italia ha chiesto un intervento a livello europeo. Infatti, gli Stati Uniti sosterranno a Bruxelles, dove la prossima settimana si terrà la riunione dei Capi di Stato Maggiore dei paesi Nato, la posizione italiana sul problema dell’immigrazione e del traffico di esseri umani. (aise)

Comments are closed.