ROMA – È morto Pino Daniele. Il cantautore napoletano, che avrebbe compiuto 60 anni il 19 marzo, 2015, è stato colpito nella notte da un infarto mentre si trovava nella sua casa di campagna in Toscana. Ha chiesto di essere trasportato a Roma all’ospedale Sant’Eugenio dove lavora il suo cardiologo di fiducia ma è giunto in condizioni gravissime ed è deceduto poco dopo.

La morte di Pino Daniele, che già in passato aveva avuto problemi per il suo “cuore ballerino”, ha suscitato unanime cordoglio tra i suoi colleghi e tutti gli appassionati di musica. Il sindaco di Napoli De Magistris ha dichiarato il lutto cittadino per il giorno dei suoi funerali che si svolgeranno a Roma. “Ho appreso con dolorosa sorpresa la notizia della scomparsa di Pino Daniele, cantautore che ha saputo dare un originale contributo alla tradizione musicale della sua città – afferma in un messaggio il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.- Ai figli e alle persone che gli hanno voluto bene e al mondo della musica, esprimo le mie più sincere condoglianze”. E il premier Matteo Renzi: “Ho ancora nelle orecchie la sua musica a Capodanno. Una voce incredibile, quella non solo di Napoli e del Sud, ma di tutta l’Italia, una chitarra preziosa, una sensibilità rara che, con passione e malinconia, continuerà a raccontare in tutto il mondo il nostro Paese”  (Inform)

Comments are closed.