napolitano3MONACO\ aise\ – “Il Presidente della Repubblica può solo attendere con eguale rispetto per tutti che le forze politiche rappresentate in Parlamento facciano le loro riflessioni alla luce del risultato delle elezioni e gliele riferiscano in occasione delle consultazioni al Quirinale”. È quanto ha affermato nella serata di ieri il presidente Napolitano, avvicinato dai giornalisti al suo arrivo a Monaco dove è iniziata la sua visita di Stato nella Repubblica Federale di Germania.

“Non sono chiamato a commentare i risultati”, ha aggiunto Napolitano, “sono chiamato ad attendere che ciascuna forza politica in piena legittimità e autonomia faccia le sue riflessioni, che poi mi verranno prospettate e allora dirò quali conclusioni sono in grado di trarne”.

A Monaco il presidente Napolitano è stato accolto dal presidente Gauck ed è intervenuto alla Bayerische Staatsoper al concerto per il bicentenario di Giuseppe Verdi.

Nel suo indirizzo di saluto, Napolitano ha detto di sentirsi “profondamente amico della Germania con il cuore e con il cervello. Sono convinto che senza amicizia, cooperazione e fiducia reciproca tra Italia e Germania non ci sarebbe Europa unita. Siamo stati fin dall’inizio un pilastro dell’Europa unita nella democrazia e nella pace”, ha poi ricordato, “la nostra amicizia deve restare e sono sicuro che resterà un pilastro della costruzione europea da consolidare e arricchire”.

I due capi di Stato avranno in un incontro ufficiale Berlino: i colloqui consentiranno di affrontare le più importanti questioni delle relazioni bilaterali e dell’agenda europea ed internazionale.

Nel corso della visita il presidente Napolitano incontrerà anche il cancelliere federale, Angela Merkel, il presidente del Bundestag, Norbert Lammert, e altre autorità politiche.

A Berlino il presidente Napolitano visiterà, con il Maestro Barenboim, il cantiere della nuova Accademia della Musica. È prevista, infine, una Lectio, su invito della Fondazione Willy Brandt, all’Università Humboldt sul tema “Verso l’Unione Politica: il processo di formazione di una leadership europea”. (aise)

 

Comments are closed.