stefyxxx

ROMA\ aise\ – La partecipazione dell’Italia alle missioni internazionali costituisce uno dei maggiori fattori di prestigio internazionale del nostro Paese. È fondamentale, pertanto, valorizzare i risultati raggiunti dalla presenza dei militari italiani nelle missioni fuori area e trasmettere ai cittadini la totale dedizione di tutti i componenti delle Forze Armate all’interesse della Nazione.

Questo, in sintesi, il messaggio formulato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione del tradizionale scambio di auguri con gli uomini e le donne deiContingenti militari all’estero, collegati in videoconferenza con il COI.

Un appuntamento al quale hanno presenziato il ministro della Difesa Mario Mauro, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, i Sottosegretari di Stato alla Difesa, Roberta Pinotti e Gioacchino Alfano. Durante la conferenza è stato tracciato un bilancio dell’impegno complessivo dell’Italia nelle missioni internazionali, alle quali partecipano circa 5700 militari, impiegati in 21 Paesi e 35 missioni.

I collegamenti in videoconferenza sono stati realizzati con i Comandanti delle missioni ISAF in Afghanistan, UNIFIL in Libano, UETM Somalia da Mogadiscio, Kosovo Force da Pristina, Mare Nostrum dal Mediterraneo Centrale (Nave San Marco).

In collegamento anche i militari della missione Militare italiana in Libia (MIL) da Tripoli, dell’operazione di contrasto alla pirateria “Atalanta” svolta nell’Oceano Indiano (Nave Libeccio), della Task Force Air (TFA), ubicata sul sedime aeroportuale di Al Bateen (Emirati Arabi).

Il Presidente Napolitano ha rivolto i suoi auguri anche ai due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, collegati dall’Ambasciata d’Italia in India, ai quali ha voluto trasmettere inoltre la vicinanza di tutto il Paese.

Nel rivolgere il proprio apprezzamento all’opera svolta quotidianamente dalle Forze Armate, il Presidente della Repubblica ha ricordato i Caduti ed ha sottolineato il senso di responsabilità dei militari e delle loro famiglie.

Il ministro Mauro ha evidenziato l’importanza dell’impegno dei militari italiani nella costruzione della democrazia dei Paesi in cui operano. Democrazia costruita anche attraverso la realizzazione di scuole, ospedali, strade, strutture di incontro per le nuove generazioni e di dialogo interreligioso. (aise)

Comments are closed.