ROMA\ aise\ – Sono 16 i Ministri del Governo Renzi. Otto sono donne. Come ha detto Renzi, solo il De Gasperi 3 ha fatto meglio, con 15 ministri. Di sicuro, il suo Esecutivo ha l’età media più bassa di sempre.

Queste le schede dei Ministri.

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio

GRAZIANO DEL RIO

 

Graziano Delrio è nato a Reggio Emilia nel 1960. E’ medico ricercatore all’Università di  Modena  e Reggio Emilia. Specializzato in Endocrinologia, ha fatto  studi di perfezionamento all’estero.

Ha maturato la conoscenza delle autonomie locali in modo diretto come consigliere regionale, sindaco e  presidente dell’Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani. Impegnato nel sociale, entra in politica attiva alla fine degli anni Novanta e nel 2000 viene eletto consigliere della Regione Emilia Romagna, dove presiede la Commissione Sanità e Politiche sociali.

Eletto sindaco di Reggio Emilia nel 2004 e confermato per il secondo mandato nel 2009,  viene nominato vicepresidente dell’Anci con la delega al Welfare e, in seguito, alla  Finanza locale. Nel novembre  2011 l’assemblea dei sindaci dell’Anci lo elegge Presidente, incarico che ha mantenuto fino alla nomina a ministro. Come sindaco ha presieduto il Comitato promotore della campagna per la riforma del diritto di cittadinanza “L’Italia sono anch’io”.

Nel 2011 ha descritto l’evoluzione del modello amministrativo emiliano nel suo primo libro “Città delle persone. L’Emilia, l’Italia e una nuova idea di buongoverno”, edito per le Saggine di Donzelli.

Sposato con Annamaria, hanno nove figli.

Il 28 aprile 2013 ha giurato fedeltà alla Costituzione come Ministro per gli Affari regionali e le  Autonomie.

 

Ministero dell’Interno

ANGELINO ALFANO

 

Angelino Alfano è nato ad Agrigento il 31 ottobre 1970.

Laureato all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è avvocato e dottore di ricerca in diritto dell’impresa presso l’Università degli studi di Palermo.È giornalista pubblicista dal 1989 avendo collaborato con numerose testate regionali e nazionali.

Nel 1994 viene eletto consigliere provinciale nel collegio di Agrigento, svolge la funzione di Presidente della commissione affari generali ed è il coordinatore del “Polo delle Libertà” in consiglio.

Nel 1996 è eletto deputato all’Assemblea Regionale Siciliana, risultando esserne il più giovane componente. Presiede il gruppo parlamentare di Forza Italia all’Ars dal 1998 al 2001. Nel 2001 è eletto deputato al Parlamento Nazionale nella Sicilia occidentale, nella lista di Forza Italia.

È Segretario della conferenza dei coordinatori regionali di Forza Italia dal luglio 2002. Nel febbraio del 2005 viene nominato coordinatore regionale di Forza Italia per la Sicilia, incarico dal quale si dimette il 7 maggio 2008.

Nel 2006 è  rieletto deputato al Parlamento Nazionale nella Sicilia occidentale nella lista di Forza Italia. È componente della Commissione bilancio, tesoro e programmazione dal 6 giugno 2006 al 28 aprile 2008.

Nel 2008 è rieletto deputato al Parlamento Nazionale nelle fila del Popolo della Libertà. Il 7 maggio 2008 è nominato Ministro della Giustizia. È il più giovane ministro della Giustizia nella storia della Repubblica Italiana. Eletto Segretario Politico del PDL il 1 luglio 2011, lascia l’incarico di ministro della Giustizia, il 27 luglio 2011, per dedicarsi al partito. Al Viminale con il Governo Letta, da quando ha lasciato il Pdl – ora Forza Italia – Alfano è leader del Nuovo Centro Destra.

 

Ministro degli Esteri

FEDERICA MOGHERINI

 

Nata a Roma nel 1973, Federica Mogherini è laureata in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma, con una tesi di filosofia politica sul rapporto tra religione e politica nell’Islam, fatta durante l’Erasmus a Aix-en-Provence, in Francia.

Nel 1996 si iscrive alla Sinistra giovanile. Nel 2001 è entrata nel Consiglio Nazionale dei DS, successivamente nella Direzione Nazionale e nel Comitato Politico. Nel 2003 ha iniziato a lavorare al Dipartimento Esteri dei DS, prima come responsabile del rapporto con i movimenti, poi come coordinatrice del Dipartimento, e da ultimo come responsabile delle Relazioni Internazionali. Ha seguito in particolare i dossier relativi all’Iraq, l’Afghanistan, il processo di pace in Medio Oriente.

È stata nell’esecutivo del Partito Democratico dalla sua nascita fino all’aprile 2008, e poi dal febbraio al novembre 2009. Sempre nel 2008 viene eletta alla Camera, dove è Presidente della delegazione italiana all’Assemblea parlamentare della NATO e membro delle Commissioni Esteri e Difesa.

Sposata, due figlie, è membro della segreteria nazionale nel Partito Democratico guidato da Renzi, con il ruolo di responsabile per l’Europa.

 

Ministero della Difesa

ROBERTA PINOTTI

 

Nata il 20 maggio 1961 a Genova, dove risiede, sposata e madre di due figlie, Roberta Pinotti è laureata in lettere moderne, insegnante di italiano nei licei. Senatrice del Pd, è stata sino alla nomina sottosegretario del ministero di cui oggi assume la titolarità.

Da sempre vicina al mondo dell’associazionismo e del volontariato, in proposito si segnala la lunga militanza nelle file dell’AGESCI, il percorso politico di Roberta Pinotti inizia negli anni novanta partendo dal basso e accumulando esperienze sia all’interno del partito sia nel campo amministrativo fino ad arrivare a ricoprire ruoli di particolare delicatezza e responsabilità anche in settori, come quello della Difesa, ritenuti fino a quel momento monopolio maschile. Il suo esordio in politica ha coinciso con la sua elezione a consigliere circoscrizionale nel Municipio di Sampierdarena e da quel momento non ha mai smesso di coltivare un rapporto privilegiato fatto di ascolto e di impegno con la comunità della sua zona di residenza.

Sostenitrice fin dal suo nascere dell’avventura politica dell’Ulivo, Roberta Pinotti entra in Parlamento nel maggio 2001 eletta alla Camera dei Deputati e facendo parte per tutta la legislatura del gruppo parlamentare Democratici di Sinistra – L’Ulivo. Rieletta nelle liste dell’Ulivo nell’aprile 2006 diviene Presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati, prima donna italiana a ricoprire questo ruolo. Nel frattempo ha continuato ad occuparsi del partito, salutando con favore la nascita del Partito Democratico.

All’interno della nuova formazione politica ha mantenuto incarichi coerenti con il suo ruolo parlamentare: durante la segreteria Veltroni viene nominata Responsabile Sicurezza del primo esecutivo del partito prima e Ministro Ombra della Difesa poi; durante la segreteria Franceschini diventa capo del Dipartimento Difesa.

 

Ministero dell’Economia

PIER CARLO PADOAN

 

Pier Carlo Padoan è nato a Roma nel 1949. Laureato in Economia – materia che ha insegnato all’Università  La Sapienza di Roma, presso il College of Europe di Bruges e Varsavia, all’Université Libre de Bruxelles, all’Università di Urbino, a quella di La Plata e all’Università di Tokyo – Padoan è autore di numerose pubblicazioni scientifiche, in italiano e in inglese.

È stato direttore della fondazione Italianieuropei; dal 1998 al 2001 ha collaborato come consigliere economico con il Presidente del Consiglio (sia con Massimo D’Alema che con Giuliano Amato), responsabile per il coordinamento della posizione italiana nei negoziati dell’Agenda 2000 per il bilancio UE, l’Agenda di Lisbona, il Consiglio Europeo, gli incontri bilaterali e i vertici del G8.

Dal 2001 al 2005 è stato direttore esecutivo per l’Italia del Fondo Monetario Internazionale con responsabilità su Grecia, Portogallo, San Marino, Albania e Timor Est.

Il 1° giugno 2007 è stato nominato vice segretario generale dell’OCSE – incarico che ha mantenuto fino ad oggi – e il 1° dicembre 2009 ne diviene anche capo economista. Oltre a questi incarichi, Padoan è il rappresentante dell’OCSE al G20 finanza, ed è anche a capo della risposta strategica e della Green growth and innovation initiative dell’OCSE. Nel gennaio 2014 è stato nominato presidente dell’ISTAT.

 

Ministero della Giustizia

ANDREA ORLANDO

 

Andrea Orlando è nato a La Spezia l’8 febbraio 1969 ha cominciato l’attività politica da giovanissimo. Nel 1990 è stato eletto nel consiglio comunale della Spezia con il Pci; rieletto con il Pds nella successiva consiliatura, è stato capogruppo e poi chiamato in Giunta come assessore, prima alle attività produttive e poi alla pianificazione territoriale. Da assessore alla pianificazione territoriale si è impegnato nell’approvazione del primo Piano urbanistico comunale (Puc)  della Liguria, basato sui principi della salvaguardia del territorio non urbanizzato e la riduzione del consumo del suolo.

Nel 2003 è diventato vice responsabile nazionale dell’Organizzazione dei Democratici di Sinistra e, in seguito, entrando nella segreteria nazionale, responsabile degli Enti Locali.

Tra i fondatori del Partito Democratico, nel 2007 ne è diventato il primo responsabile dell’Organizzazione. Eletto nella Circoscrizione Liguria, ha fatto parte delle Commissioni Bilancio, Politiche dell’Unione Europea, Giustizia e della Commissione parlamentare Antimafia.

Il 28 aprile 2013 ha giurato nelle mani del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, come Ministro dell’Ambiente col Governo Letta.

 

Ministero delle Sviluppo Economico

FEDERICA GUIDI

 

Federica Guidi nasce a Modena il 19 maggio 1969: figlia d’arte (suo padre è Guidalberto Guidi) si laurea brillantemente in Giurisprudenza, conseguendo successivamente un Master in “Business Administration”, e una specializzazione in Rolo Finance come analista finanziario.

Inizia l’attività industriale nel 1996, nell’impresa di famiglia, la Ducati Energia Spa che si occupa della produzione di condensatori per l’elettrotecnica, contatori di energia, generatori e strumenti elettronici di misura. Per l’azienda di famiglia, racconta con orgoglio smentendo qualsiasi corsia preferenziale, ha “fatto anche le fotocopie”. Dal 2002 al 2005 è stata presidente regionale dei Giovani imprenditori dell’Emilia-Romagna e vicepresidente degli imprenditori della regione mentre dal 2005 al 2008 ha affiancato Matteo Colaninno come vicepresidente dei Giovani imprenditori: nell’aprile del 2008 completa il percorso con l’elezione a presidente dei Giovani di Confindustria, subentrando proprio a Matteo Colaninno: i suoi tre anni alla guida dell’associazione sono stati caratterizzati da parole d’ordine come ricerca e innovazione, certezza del diritto, rilancio delle liberalizzazioni e varo di nuove relazioni industriali.

 

Ministero dei Trasporti

MAURIZIO LUPI

 

Maurizio Lupi è nato a Milano il 3 ottobre 1959; si è laureato nel 1984 alla Facoltà di Scienze Politiche ad indirizzo economico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, è sposato e ha tre figli.

Il suo impegno politico inizia negli anni dell’università, durante i quali è fautore della formazione di una cooperativa di servizi per gli studenti di cui diventa amministratore.

Nel 1993 si presenta con la Democrazia cristiana alle elezioni comunali di Milano e viene eletto consigliere nell’amministrazione guidata dal sindaco Marco Formentini, durante la quale fa il presidente della Commissione urbanistica del Comune. Nel 1997 viene rieletto e nominato assessore alla Sviluppo del territorio, all’Edilizia privata e all’Arredo urbano nella giunta del sindaco Gabriele Albertini, responsabilità che mantiene sino al 2001. Sono gli anni in cui matura una specifica competenza nel settore dei lavori pubblici, che proseguirà negli anni della sua attività parlamentare.

Nel 2001 viene eletto alla Camera dei deputati nelle liste di Forza Italia e per due legislature partecipa ai lavori della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici dove è capogruppo della delegazione del suo partito. Di questi temi è stato anche responsabile nazionale per Forza Italia.

Nella XVI legislatura (2008-2013) è ancora deputato con il Popolo della libertà e vicepresidente della Camera, incarico al quale viene rieletto il 21 marzo 2013 e che ricopre sino al 28 aprile 2013, giorno della sua nomina a ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti con il Governo Letta.

Nella vita lavorativa Maurizio Lupi è dirigente d’azienda, amministratore delegato di Fiera Milano congressi, società da lui fondata nel 1994 e carica dalla quale si è autosospeso in data 3 maggio 2013.

 

Ministero della salute

BEATRICE LORENZIN

 

Beatrice Lorenzin, nata a Roma il 14 ottobre 1971, inizia il suo avvicinamento alla politica aderendo al movimento giovanile di Forza Italia nel Lazio nel 1996. Intraprende la sua carriera politica nell’ottobre 1997 con l’elezione, nella lista di Forza Italia, al Consiglio del XIII Municipio di Roma.

Nell’aprile 1999 è Coordinatore Regionale del Lazio del movimento giovanile di Forza Italia, che conta 15 000 iscritti e oltre 100 eletti negli enti locali. Nel maggio 2001 è eletta Consigliere comunale di Roma. Unica donna nella coalizione di centrodestra, è Vicepresidente della commissione Donne Elette e Vicepresidente del Gruppo consiliare di Forza Italia.

Tra la fine del 2004 e la metà del 2006 è Capo della Segreteria Tecnica di Paolo Bonaiuti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri per l’informazione e l’editoria nel governo Berlusconi III. Nel maggio del 2005 è nominata Coordinatore Regionale di Forza Italia per il Lazio.

Dal settembre 2006 al marzo 2008 ha ricoperto il ruolo di Coordinatore Nazionale di Forza Italia – Giovani per la Libertà.

Eletta alla Camera dei deputati nelle elezioni politiche del 2008 nella lista PdL, per la XVI Legislatura. Membro del Consiglio Direttivo del gruppo PdL alla Camera e della commissione Affari Costituzionali della Camera, della Commissione Bicamerale per l’Attuazione del Federalismo Fiscale, della Commissione Parlamentare per l’Infanzia.

Nel 2013 è inizialmente candidata alla presidenza della Regione Lazio, ma lascia in seguito il posto a Francesco Storace, già presidente della regione Lazio dal 2000 al 2005. Alle elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013 viene riconfermata deputata alla Camera dei Deputati nelle liste del PDL. Diviene Ministro della Salute nel Governo Letta.

 

Ministero dell’istruzione

STEFANIA GIANNINI

 

Stefania Giannini è nata il 18 novembre 1960 a Lucca e risiede a Perugia.

Linguista e glottologa, dal 2004 è Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia. Si è occupata della promozione linguistica e culturale dell’Italia nel mondo, coordinando, con incarichi accademici e governativi di crescente rilievo, alcuni dei più importanti progetti strategici per l’internazionalizzazione del sistema universitario e per la mobilità studentesca in Europa e nei paesi extraeuropei, fra cui: Erasmus Mundus, Italia-Cina, Italia-Egitto, Italia-Turchia, Expo 2015.

La neo ministra ha condotto progetti di studio e di ricerca sulla linguistica generale e la sociolinguistica, con particolare riferimento ai processi di integrazione sociale e culturale degli immigrati e degli stranieri in Italia.

È autrice di oltre cinquanta pubblicazioni scientifiche e divulgative su riviste specializzate nazionali e internazionali ed ho pubblicato e curato volumi per editori italiani e stranieri.

Dal 2005 al 2011 è stata Responsabile delle Relazioni Internazionali della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane ed è tuttora Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione PerugiAssisi. È stata eletta nel 2013 al Senato con Scelta Civica.

 

Ministero per i beni culturali

DARIO FRANCESCHINI

 

Dario Franceschini è nato a Ferrara il 19 ottobre 1958. Deputato della XVIIesima legislatura dal 15 marzo 2013; eletto in Emilia-Romagna nelle liste PD, Ex Segretario del Partito Democratico è stato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle Riforme istituzionali nel secondo governo D’Alema (dodicesima legislatura) e nel secondo governo Amato (tredicesima legislatura).

Deputato dal 2001, è stato componente della Giunta delle elezioni e della Commissione Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni della Camera e dell’Assemblea parlamentare dell’OSCE nella quattordicesima legislatura.

Presidente del gruppo parlamentare l’Ulivo alla Camera dei Deputati da maggio 2006 a ottobre 2007 (quindicesima legislatura).

Vicesegretario del PD e poi Segretario Nazionale.

Presidente del gruppo parlamentare PD alla Camera nella sedicesima legislatura durante la quale è anche componente della commissione parlamentare UE e della delegazione italiana presso il Consiglio d’Europa e l’Unione dell’Europa Occidentale.

Componente della commissione giustizia dal 18 giugno 2012  al 14 marzo 2013.

Vicesegretario nazionale del PPI dal 1997 al 1999, è stato nel 2001 tra i fondatori della Margherita e coordinatore dell’esecutivo nazionale. La sua attività politica inizia durante il liceo. Nel 1994 è Assessore alla cultura e al turismo del comune di Ferrara dopo essere stato capogruppo consiliare e consigliere comunale.

Avvocato civilista,  cassazionista. Iscritto al collegio dei revisori contabili. Scrittore. Autore di diversi romanzi. Nel Governo Letta è stato Ministro per i rapporti con il parlamento.

 

Ministero del lavoro e delle politiche sociali

GIULIANO POLETTI

 

Nato a Imola nel 1951, Giuliano Poletti, dopo una prima attività lavorativa come tecnico agricolo, è stato assessore alle attività produttive del Comune di Imola, presidente di ESAVE (Studi e promozione della viticoltura e dell’enologia per l’Emilia Romagna) e di EFESO (l’Ente di Formazione della Legacoop Emilia Romagna). Dopo aver ricoperto incarichi politici, dal 1989 al 2000 è stato presidente della Legacoop di Imola, poi presidente regionale e vicepresidente nazionale. È presidente nazionale di Legacoop dal 2002 e dal febbraio 2006 è anche presidente di Coopfond, la società che gestisce il fondo mutualistico per la promozione cooperativa (alimentato dal 3% degli utili annuali di tutte le cooperative aderenti a Legacoop). Attualmente, Poletti è anche Vicepresidente del CCACE, Comitato di Coordinamento delle Associazioni Cooperative Europee. Sempre a livello europeo, è Vicepresidente del Comitato Esecutivo di Cooperatives in Europe, piattaforma comune di CCACE e ACI Europa.Da dieci anni è Vice Presidente Nazionale della F.I.G.H. (Federazione Italiana Pallamano).

 

Ministero delle politiche agroalimentari

MAURIZIO MARTINA

 

Maurizio Martina è nato a Calcinate (BG) il 9 settembre del 1978, è sposato e padre di due figli. Dopo essersi diplomato all’Istituto tecnico Agrario di Bergamo, consegue la laurea in Scienze Politiche. Nel 1999 è eletto Consigliere comunale, carica ricoperta fino al 2004. Sempre nel 2004 dopo una militanza nell’organizzazione giovanile dei Democratici di Sinistra, viene eletto Segretario della Provincia di Bergamo. Nel 2006 assume la carica di Segretario Regionale dei Democratici di Sinistra in Lombardia. Nel 2007 è tra i fondatori del Partito Democratico. Nello stesso anno, a seguito delle primarie, è eletto primo Segretario del Partito Democratico della Lombardia. Nel 2009, sempre attraverso le primarie, viene riconfermato alla guida del Partito Democratico Regionale Lombardo. Nel 2010 è eletto Consigliere della Regione Lombardia, incarico riconfermato nelle consultazioni popolari del febbraio 2013. Durante i mandati di Consigliere Regionale Lombardo è stato componente della Commissione Affari Istituzionali e della Commissione Attività Produttive. Il 3 maggio 2013 ha giurato come Sottosegretario di Stato del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del Governo Letta. Il 9 maggio 2013 rassegna le dimissioni da Consigliere della Regione Lombardia. Con il D.P.C.M. del 24 maggio 2013, gli viene conferita la delega a presiedere la Commissione di coordinamento per le attività connesse all’ EXPO Milano 2015.

 

Ministero dell’Ambiente

GIAN LUCA GALLETTI

 

Gian Luca Galletti, nato nel  1961 e coniugato con 4 figli,  è laureato in Scienze Economiche e Commerciali presso l’Università degli Studi di Bologna.Esercita la libera professione di Commercialista in Bologna dal 1989, svolgendo prevalentemente consulenza fiscale, civilistica e societaria per primarie società ed istituti di credito.Consigliere comunale al Comune di Bologna dal 1990 al 2009. Componente dell’Alta Commissione di Studio, organo ministeriale per la Riforma della Finanza Pubblica (Mag. 2003 – Apr. 2005).

Assessore al Bilancio, Programmazione Economica, Entrate e Patrimonio, Assetti Societari e Privatizzazioni del Comune di Bologna (Lug. 1999 – Giu. 2004). Consigliere regionale nell’Assemblea Legislativa Regionale dell’Emilia Romagna (Maggio 2005 – Aprile 2006). Deputato alla Camera nella XV legislatura (2006-2008), rieletto nella XVI legislatura (2008-2013). E’ stato Vice presidente della V Commissione (Bilancio, Tesoro e Programmazione) dal Novembre 2009 all’Ottobre 2010. Attualmente sottosegretario al Ministero della Pubblica Istruzione.

 

Ministeri senza portafoglio

 

Riforme costituzionali e Rapporti col Parlamento

MARIA ELENA BOSCHI

 

Maria Elena Boschi è nata a Montevarchi il 24 gennaio 1981. Laureata in Giurisprudenza, vive e lavora a Firenze, dove esercita la professione di avvocato esperta in diritto societario ed è cultore della materia all’università di Firenze in diritto commerciale.

Membro del CdA di Publiacqua ha rassegnato le dimissioni il 4 giugno 2013. È membro della direzione del Partito Democratico di Firenze. Ha sostenuto la candidatura di Matteo Renzi alle primarie del centrosinistra già nel 2012, quando Renzi perse contro Bersani.

Viene candidata alle elezioni politiche italiane del 2013 alla Camera e viene eletta.

Il 9 dicembre 2013 diviene membro della segreteria nazionale del Partito Democratico, con a capo Renzi, con il ruolo di responsabile alle riforme.

 

Semplificazione Pubblica Amministrazione

MARIANNA MADIA

 

Marianna Madia è nata a Roma nel 1980. Ha frequentato il Lycée Chateaubriand di Roma ottenendo la maturità francese con mention bien[. Dopo il conseguimento della laurea con lode in scienze politiche, si è specializzata all’Istituto di Studi Avanzati di Lucca, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in economia del lavoro.

Collabora con l’ufficio studi dell’AREL, l’Agenzia di ricerche e legislazione fondata da Nino Andreatta]. Vi coordina la redazione della rivista mensile telematica ELE (Europa Lavoro Economia). Dal giugno 2012 è membro del comitato direttivo dell’Arel. Dal 2011 componente del comitato di redazione della rivista Italianieuropei.

Partecipa come ospite nel pubblico della trasmissione Economix in onda la notte su Rai 3. Nel 2006 firma anche alcuni servizi di coda per la stessa trasmissione.

In vista delle elezioni politiche, nel febbraio 2008 è stata scelta dal segretario del PD Walter Veltroni, che le ha proposto di candidarsi nelle liste del partito. Presentata come capolista della XV Circoscrizione (Roma e provincia) è stata eletta alla Camera dei deputati, nella quale è proclamata il 22 aprile 2008 e confermata il 18 dicembre dello stesso anno. Rieletta nel 2013 dal 9 dicembre scorso è membro della segreteria nazionale del Pd di Renzi con il ruolo di responsabile per il lavoro.

 

Affari Regionali

MARIA CARMELA LANZETTA

 

Calabrese, ex Sindaco di Monasterace (RC) Lanzetta è balzata agli onori della cronaca per le minacce ricevute dalle cosche locali. Dal dicembre scorso è nella direzione nazionale del Pd targata Renzi.

Sindaco dal 2006 Lanzetta s’è dimessa nel luglio 2013 a causa del voto contrario di un assessore in merito alla costituzione di parte civile contro alcuni indagati in un procedimento penale a carico di un dipendente comunale accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Nell’aprile del 2012 aveva già annunciato le dimissioni dopo che tre colpi di pistola calibro 7.65 furono sparati contro la sua auto. In precedenza, tra le tante minacce ricevute per il suo impegno in favore della legalità, all’ex sindaco era stata incendiata la farmacia. (aise)

Comments are closed.