FUCSIA1-150x150ROMA\ aise\ – Secondo il decreto del Maeci firmato ieri dal Ministro Gentiloni, i 43 nuovi membri del Consiglio generale degli Italiani all’estero da eleggere nei cinque continenti avrebbero la seguente ripartizione: 24 in Europa, 1 in Africa, 3 in Nord e Centro America, 14 in Sud America e 1 in Australia.

“Una soluzione che all’evidenza del buon senso non risulta accettabile!”, commenta oggi Fucsia Nissoli (Pi).
La parlamentare eletta in Nord America si chiede “come si fa, se si vuole veramente promuovere in maniera sinergica il nostro Sistema Paese, ad assegnare ad un’area altamente rappresentativa dell’emigrazione italiana e dell’eccellenza italiana nel mondo solo 3 consiglieri?”.
“Non ho parole!”, esclama la deputata che conclude: “credo che bisognerà fare una riflessione seria sull’operato del Governo in materia di emigrazione”. (aise) 

Comments are closed.