aroarch

ROMA\ aise\ – “È inaccettabile questo ennesimo rinvio per fucilieri di Marina, Latorre e Girone, ingiustamente trattenuti in India da oltre due anni”. Questo l’amaro commento del Presidente del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL), Carlo Costalli, sugli ultimi sviluppi della vicenda dei due marò il cui processo è stato rinviato al 14 ottobre per una “indisposizione” del magistrato indiano.

“L’udienza prevista oggi non si è svolta per un’indisposizione del giudice e non è la prima volta”, ricorda Costalli. “Il tribunale speciale di New Delhi temporeggia rinviando in continuazione le udienze. Ora i due marò dovranno attendere il prossimo 14 ottobre, e con quale assicurazione che non si verificherà un altro rinvio? Tutti i governi che si sono succeduti non sono stati capaci di riportarli in Italia, il Governo italiano ha rinunciato ad affermare politicamente la sovranità nazionale del nostro Paese: questa la sconcertante realtà”.

“Ci aspettiamo adesso che il ministro Mogherini batta un colpo e faccia finalmente chiarezza sulla vicenda, – ha concluso Costalli – non è più il tempo di vaghe promesse formulate, oltretutto, a bassa voce!”. (aise)

 

Comments are closed.