ROMA\ aise\ – Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha ricevuto ieri una calorosa telefonata di congratulazioni dal Presidente degli Stati Uniti, il quale ha formulato i migliori auguri di successo al nuovo Governo. È quanto si apprende da una nota di Palazzo Chigi.

Durante la conversazione, prosegue la nota, il Presidente Obama ha riaffermato i “profondi e duraturi” legami che uniscono l’Italia e gli Stati Uniti e manifestato il proprio “apprezzamento” per l’agenda di riforme del Presidente Renzi, sottolineando in particolare l’obiettivo comune di promuovere la crescita e la creazione di posti di lavoro.

Renzi, dal canto suo, ha evocato la propria conoscenza e senso di amicizia per gli Stati Uniti, sviluppati sia a titolo personale che come Sindaco di Firenze.

La collaborazione bilaterale nel campo della sicurezza e della difesa, hanno concordato i due leader, continuerà ad essere un pilastro dell’attività della comunità internazionale volta alla stabilità e alla pace.

Il Presidente Obama – continua la nota – ha ricordato in particolare l’impegno italiano in Libia, Afghanistan e Siria. Il Presidente Renzi, nel condividere la necessità di sviluppare la collaborazione sui principali temi dell’agenda internazionale, a cominciare dalla crisi in Ucraina, ha evidenziato l’importanza del dialogo transatlantico, anche con riferimento al negoziato sulla liberalizzazione dei commerci e degli investimenti (TTIP), nella prospettiva della Presidenza di turno italiana dell’Unione Europea a partire dal 1 luglio.

Il Presidente Renzi ha infine dato appuntamento al Presidente Obama a Roma il 27 marzo prossimo.

Nei giorni scorsi, a chiamare il Premier italiano erano stati la Cancelliera tedesca Angela Merkel – con cui Renzi ha parlato delle relazioni tra Italia e Germania, in vista del vertice di Berlino del prossimo 17 marzo, e del comune impegno nel processo europeo – e, primi ad alzare la cornetta del telefono, il presidente francese François Hollande – che ha invitato Renzi a Parigi – e il premier belga Elio Di Rupo. (aise)

 

Comments are closed.