(NoveColonne ATG) Roma – “E’ un significativo riconoscimento dell’ azione svolta dall’ Italia per la promozione e la tutela dei diritti umani nel mondo, che, proprio nel quadro delle Nazioni Unite, negli ultimi mesi ha portato a importanti risultati in tema di libertà di religione e di diritti delle donne e del fanciullo”. Così il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, esprime la sua “vivissima soddisfazione” per la nomina, da parte del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, di Flavia Pansieri alla carica di vice alto commissario per i Diritti umani. “Pansieri – si legge nella nota della Farnesina – è un funzionario che vanta trenta anni di carriera alle Nazioni Unite, dove ha ricoperto incarichi rilevanti in diverse Agenzie specializzate, e in Uffici Onu presso numerosi Paesi, fra i quali la Cina, lo Yemen, il Bangladesh e Myanmar. Ha svolto incarichi di rilievo anche a Vienna e a New York, approdando ora ad un organo che ha il compito ‘ di rappresentare l’ impegno del mondo per gli ideali universali della dignità umana'”. “Pochi mesi fa a New York – si legge ancora nella nota del ministero degli Esteri -, in una giornata storica per la promozione su scala globale dei diritti fondamentali della persona umana, è avvenuta, anche grazie al ruolo di primo piano svolto dall’ Italia, l’ adozione, da parte dell’ Assemblea generale delle Nazioni Unite, delle risoluzioni sulla messa al bando delle mutilazioni genitali femminili e sulla moratoria della pena di morte. A febbraio, il Ministro Terzi ha presieduto, alla Farnesina, col collega giordano Nasser Judeh, un seminario internazionale sulla libertà di religione”. “Intendiamo proseguire il nostro impegno per l’ affermazione dei diritti umani nel mondo – conclude Terzi – con sempre maggiore convinzione e determinazione”.

 

Comments are closed.