GrassoROMA\ aise\ – Il senatore Piero Grasso, con 137 voti contro i 117 del suo rivale Renato Schifani, è stato eletto in ballottaggio Presidente del Senato. Grasso ha ricevuto 12 voti in più rispetto a quelli della colazione di centro sinistra ; hanno votato  tutti i 313 senatori presenti, le schede bianche sono state 52 e 7 le nulle.

 Pietro Grasso nasce a Licata, in provincia di Agrigento, il 1 gennaio del 1945.Nel 1969 diventa pretore e negli anni Settanta si occupa come Procuratore al Tribunale di Palermo soprattutto di indagini su pubblica amministrazione e mafia.nel gennaio 1980, diventa titolare dell’inchiesta sull’omicidio di Piersanti Mattarella., ma la consacrazione definitiva nel panorama giudiziario avviene allorché, nel 1984, ricopre il ruolo di giudice a latere nel maxiprocesso a Cosa Nostra ed è estensore della sentenza insieme ad Alfonso Giordano.In seguito diviene consulente della Commissione antimafia e nel 1991 viene nominato consigliere alla Direzione affari penali del Ministero di grazia e giustizia. Diventa procuratore aggiunto presso la DNA e coordina le inchieste sulle stragi del 1992 e del 1993.

Dall’agosto del 1999 è Procuratore della Repubblica a Pelermo e l’11 ottobre 2005 viene nominato procuratore nazionale antimafia.

L’11 aprile 2006 contribuisce alla cattura di Bernardo Provenzano e il 18 settembre 2006 la DDA di Catanzaro insieme alla Procura Nazionale conduce l’operazione Odisseia, riguardo l’azione di alcune cosche (La Rosa di Tropea e Mancuso di Limbadi) a Vibo Valentia che controllavano i villaggi turistici della zona.

Alla scadenza naturale del primo mandato alla DNA viene riconfermato dal Consiglio Superiore della Magistratura per un secondo mandato, stavolta senza polemica ed all’unanimità.

A partire dal settembre 2012 per Rai Storia in 12 puntate Piero Grasso conduce “Lezioni di Mafia”: un progetto di educazione alla legalità, dedicato alle generazioni più giovani per spiegare tutti i segreti di Cosa Nostra.

Il 27 dicembre 2012 Grasso ha fatto richiesta al Csm di un’aspettativa per motivi elettorali.(aise)

 

Comments are closed.