RIMINI –  A vent’anni dalla scomparsa, Rimini celebra Federico Fellini. Dal 26 ottobre al 21 dicembre le iniziative– Mostre, testimonianze, libri, proiezioni: prende corpo il “Fellinianno 2013”, progetto annuale di iniziative ideato e promosso dal Comune di Rimini per ricordare il Maestro riminese, di cui ricorre il ventesimo anniversario della scomparsa.

La mostra “I disegni di Federico Fellini dal Libro dei sogni” sarà inaugurata sabato 26 ottobre (ore 16). Nata da un’idea di Felice Laudadio, direttore di Bif&st di Bari, e curata da Francesca Fabbri Fellini, segna una delle tanti possibili linee di immersione in quello stupefacente abisso di immagini, sentimenti e suggestioni che è il “Libro dei sogni” di Federico Fellini. Resterà aperta fino al 6 gennaio 2014 (dal martedì alla domenica, 10-13; 16-19.30, lunedì chiuso, ingresso libero), con un’interruzione straordinaria dal 17 al 27 novembre.

Il docufilm “Viva Fellini” del giornalista e autore televisivo Nevio Casadio, sarà proiettato in cineteca, lunedì 28 ottobre (ore 21, ingresso libero), a poche ore dalla sua messa in onda in anteprima nazionale su RaiUno. “Viva Fellini”, realizzato con il sostegno dell’Agenzia di informazione e comunicazione della Regione Emilia-Romagna, è stato prodotto montando materiali di repertorio e riprese dal vivo, interviste e filmati amatoriali, riflessioni e aneddoti. Un racconto a più voci che coinvolge collaboratori storici e giovani artisti. A discutere con Casadio, Francesca Fabbri Fellini e l’assessore alla cultura del Comune di Rimini Massimo Pulini.

Martedì 29 ottobre, sempre in Cineteca (ore 21, ingresso libero), primo appuntamento dell’omaggio che, sotto la sigla di AlbertOne, il San Marino Film Festival dedica all’attore romano e che la Cineteca ospita per quattro martedì consecutivi: in calendario, “Lo sceicco bianco”, tra i film meno compresi e fortunati di Fellini. La rassegna proseguirà con “Una vita difficile” di Dino Risi (5 novembre), “Fumo di Londra” di Alberto Sordi (12 novembre) e “Il maestro di Vigevano” di Elio Petri (19 novembre).

Le altre iniziative: dal 31 ottobre, giorno della scomparsa di Fellini, al 21 dicembre

Quattro le iniziative nel giorno dell’anniversario della scomparsa, giovedì 31 ottobre: s’inizierà (ore 10.30, Teatro degli Atti), con “Agenzia matrimoniale”, il film breve (16′) che proprio sessant’anni fa Fellini girò per “L’amore in città”, film a episodi ispirato da Cesare Zavattini. Alle ore 12, al cimitero monumentale, dinanzi alla “Grande prua” di Arnaldo Pomodoro sotto la quale riposano Fellini, sua moglie Giulietta Masina e il figlio Federichino, si terrà la cerimonia di commemorazione. Alle ore 18 il Teatro Galli ospiterà l’inaugurazione della mostra “Fellini all’opera”. All’interno di questa sorta di grande lanterna magica, interpreti e artisti dell’immagine, del suono e della parola riscriveranno e reinventeranno foto, libri, costumi, filmati. La mostra resterà aperta fino al 6 gennaio 2014 (dal martedì alla domenica, 10-13;16-19.30, lunedì chiuso).

Concluderà la giornata (ore 21) al Teatro degli Atti, Sergio Zavoli, di cui sarà riproposto “In morte di Federico Fellini”, lo speciale televisivo che il decano del giornalismo italiano realizzò tra le migliaia di persone che sfilarono al teatro 5 di Cinecittà, dove fu allestita la camera ardente del regista, e tra quelle altrettanto numerose che a Rimini, pochi giorni dopo, affollarono piazza Cavour per l’ultimo saluto. Converseranno con Zavoli, in un ricordo di Fellini, lo scrittore Piero Meldini e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi.

Venerdì 22 novembre (ore 21) in cineteca, sarà mostrato in una edizione rimontata e restaurata “Seguendo la nave di Fellini” il backstage che Ferruccio Castronuovo, per oltre dieci anni collaboratore del regista riminese, girò sul set de “E la nave va” seguendo, passo dopo passo, la genesi del film. A ricordare quell’avventura, e quella anche di altre lavorazioni di cui fu testimone (“La città delle donne”, “Ginger e Fred”, “Il Casanova”), lo stesso Castronuovo. Venerdì 6 dicembre (ore 21), nella Sala del Giudizio del Museo della città, Gianfranco Angelucci, sceneggiatore di “Intervista” e amico di Fellini, presenterà il suo ultimo libro “Segreti e bugie di Federico Fellini”. Domenica 15 dicembre (ore 21), a poche settimane dall’anteprima fuori concorso al Festival del cinema di Roma, il Teatro degli Atti ospiterà la proiezione de “L’altro Fellini”, il documentario dedicato al fratello più piccolo, Riccardo, le cui aspirazioni da regista, dopo l’esordio con “Storie sulla sabbia”, furono travolte dal peso di quel cognome così ingombrante.

Ultimo appuntamento, sabato 21 dicembre (ore 21), alla Domus del Chirurgo, la messa in forma di spettacolo, a cura di Loris Pellegrini, della conferenza “Le lingue di Federico”, con Mirco Gennari, Francesca Airaudo, Giorgia Penzo e Francesco Tonti, un evento targato “Biblioterapia 2013” e che rientra nel progetto, nato da un’intuizione di Fabio Bruschi, “Lingue di confine”. (Infor

Comments are closed.