ROMA – Scade il 20 giugno il termine per la consegna dei progetti dedicati all’inclusione scolastica e all’autonomia degli studenti con disturbi evolutivi specifici e dell’apprendimento (deficit del linguaggio, abilità non verbali, coordinazione motoria, attenzione e iperattività) promosso quale V edizione del premio “Globo Tricolore”.

L’iniziativa, scaturita da un’idea di Patrizia Angelini, è dedicata quest’anno alla “Scuola 3.0”, destinato ad operatori, enti, scuole e progetti indirizzati ai “Bisogni educativi speciali” e che operano per favorire l’inclusione scolastica di soggetti in difficoltà. Il Globo Tricolore, riservato a italiani e connazionali residenti all’estero o loro discendenti, è aperto anche ad enti pubblici o privati, aziende, associazioni e network.

Privati, enti, aziende, scuole e soggetti che rappresentano la cultura, la ricerca e l’imprenditoria italiana nel mondo sono invitati a segnalare il proprio progetto in materia entro il 20 giugno 2013 all’indirizzo: info@globotricolore.it .

Una giuria – di cui si annuncia faranno parte Cesare Cornoldi, docente all’Università di Padova, Giacomo Stella, docente all’Università di Modena-Reggio e Ivano Spano, dell’Università di Padova e dell’Istituto Statale Sordi di Roma – deciderà i vincitori e eventuali menzioni speciali. Non sono previsti premi in denaro.

La cerimonia di premiazione è prevista il 28 settembre 2013 alle ore 18.30 presso l’Auditorium della Pontificia Facoltà Teologica di Roma (via del Serafico 1), che offre il patrocinio all’evento. Per informazioni sull’iniziativa e il bando con le modalità di partecipazione: www.globotricolore.it . (Inform)

 

Comments are closed.

Advertising