0_comites MONACO\ aise\ – “La data in aprile 2015 è prossima per l’elezione dei Comites e, considerati i fattori e le condizioni che in generale hanno determinato un’esigua schiera di candidati/e, riteniamo imprescindibile la presentazione di ulteriori liste elettorali”. È quanto afferma Pier Luigi Sotgiu, rappresentante della lista Associazione Famiglie in Baviera, in una lettera aperta rivolta al ministro degli Affari Esteri,m Paolo Gentiloni, ai gruppi parlamentari della Camera e alla stampa.

Per Sotgiu “non è accettabile la cecitá e la sorditá del legislatore a favore e riconoscimento di organismi di rappresentanza quali i Comites intendono essere, per una presenza italiana nel mondo degna della sua storia e della funzione svolta nell’ultimo secolo”.

“Non vogliamo ereditare un profilo di disinteresse, di qualunquismo e precarietá, per responsabilitá giá individuate e che non ricadono certamente sulle nostre spalle”, prosegue la lettera aperta di Sotgiu, secondo il quale “sono ben note le vicende che non hanno consentito di superare la soglia delle 200 firme autenticate”.

Ciò, sostiene ancora Sotgiu, soprattutto a causa della “limitata disponibilitá di personale” e “non attenta programmazione dei tempi fissata da parte dell’Amministrazione Consolare, nel nostro caso a Monaco di Baviera”.

“Noi della lista Associazione Famiglie in Baviera, ma anche la lista delle Acli”, entrambe “non ammesse nella prima fase della presentazione”, sottolinea Sotgiu, “siamo sicuri di poter raggiungere la quota minima delle 200 firme autenticate, integrando la quota mancante, qualora vengano riviste le tempistiche di presentazione delle stesse”.

Per questo, conclude la lettera aperta, “rivolgiamo un appello per in tutte le circoscrizioni si offra un’ulteriore opportunitá a sostegno di un concetto e principio di rappresentanza dignitoso e condiviso”. (aise)

Comments are closed.