12scontro

ROMA\ aise\ – Tragico incidente in Puglia: due treni, per cause ancora da accertare, si sono scontrati questa mattina sul binario unico tra Corato ed Andria, della linea Bari-Barletta. Al momento sarebbero 20 le vittime accertate e 35 i feriti di cui 18 in gravi condizioni.
Il Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio e il Capo della Protezione Civile Fabrizio Curciosi stanno recando sul luogo dello scontro per assicurare il coordinamento delle operazioni di soccorso. Delrio ha inviato sul luogo dell’incidente due Ispettori del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per le “opportune verifiche”.
Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi – si legge in una nota di Palazzo Chigi – sta seguendo, in costante contatto con il Dipartimento della Protezione Civile e il Mit, gli sviluppi del drammatico incidente ferroviario.
La Protezione civile della regione Puglia si è attivata subito: “il sistema dei soccorsi sta funzionando e gestendo l’estrema emergenza e gravità della situazione”, si legge in una nota della Regione. “Sono ancora in corso le operazioni di recupero di tutti i passeggeri”.
Sul posto il presidente Michele Emiliano, insieme all’assessore regionale alla Protezione civile, Antonio Nunziante, l’assessore ai Trasporti Gianni Giannini, presidente del comitato permanente di Protezione civile, Ruggiero Mennea, alla responsabile del servizio di Protezione civile regionale, Lucia Di Lauro, e al capo di Gabinetto della Presidenza della Regione, Claudio Stefanazzi.
Il direttore del dipartimento Salute della Regione Puglia Giovanni Gorgoni sta coordinando dall’ospedale di Andria le operazioni di soccorso, assistenza sanitaria, e assistenza psicologica ai familiari.
La regione precisa inoltre che è “priva di fondamento la notizia della necessità di personale medico, paramedico, nonché di presidi medici”.
Il capo dipartimento Mobilità della Regione Puglia Barbara Valenzano ha attivato un coordinamento presso l’assessorato. È stato installato sul posto, a cura del servizio 118, un Punto medico avanzato. (aise) 

Comments are closed.