ROMA\ aise\ – È iniziata con un incontro con la comunità italiana presso il Consolato Generale d’Italia a New York, la missione del presidente del Senato, Pietro Grasso, negli Stati Uniti d’America.

Insieme a Grasso anche Renato Turano, senatore del Partito Democratico eletto nella ripartizione America settentrionale e centrale che accompagnerà il Presidente nel corso dell’intera missione, che si concluderà sabato 26 ottobre con il Gala organizzato in occasione del 38° anniversario della National Italian American Foundation a Washington.

Nel corso dell’incontro con la comunità di New York, Turano ha ribadito la linea dura a difesa del Consolato di Newark, inserito dal Ministero degli Affari Esteri nell’elenco delle sedi diplomatico-consolari da chiudere.

“Noi continueremo a lottare per mantenere aperto il Consolato del New Jersey”, ha sottolineato Turano. “In sede di Comitato per le questioni degli italiani all’estero stiamo facendo tutto il possibile per riaprire il dialogo con il Ministero degli Affari Esteri nel tentativo di far capire all’amministrazione del MAE quale grande errore si stia commettendo con questa inconcepibile chiusura”.

Turano ha parlato anche del voto all’estero e della soppressione della Circoscrizione estero auspicata dalla relazione della commissione Riforme. “Sia al Senato che alla Camera – ha detto il senatore – stiamo lavorando nella stessa direzione. Il voto per l’elezione della rappresentanza degli italiani all’estero va modificato, migliorato e reso più sicuro ma di certo non deve essere cancellato”. (aise)

 

Comments are closed.