azziaddsossi

ROMA\ aise\ – “La scomparsa di Mimmo Azzia per la Fusie è stata una perdita gravissima”. Presidente onorario della Federazione Unitaria della Stampa Italiana all’Estero, Domenico De Sossi si fa portavoce del dolore di tutta la Fusie per la scomparsa di Domenico Azzia, morto ieri all’età di 91 anni.
“Con Azzia, tra i fondatori della Federazione, – continua De Sossi – scompare infatti una delle figure più rappresentative della stampa italiana all’estero e un appassionato sostenitore del ruolo essenziale che essa ha ricoperto e ricopre nel processo di crescita delle nostre comunità all’estero. “Sicilia Mondo”, il giornale da lui fondato e diretto, è stato per molti anni un battagliero strumento di testimonianza ed impegno nella difesa dei diritti dei nostri concittadini all’estero, nell’ammirevole sforzo di mantenere legami costanti sul piano culturale e sociale, in particolare tra i siciliani all’estero, con le istituzioni poltiche regionali”.
“Azzia – aggiunge De Sossi – è stato, per noi della Fusie e per tutto il mondo associativo ed organizzativo dell’emigrazione, un esempio ed un protagonista assoluto. Le sua qualità intellettuali ed umane sono state di eccezionale spessore. Alla nostra Fusie, Azzia ha dato sempre un contributo di saggezza e capacità propositive non comuni”.
“Nel giorno triste della sua scomparsa ricordiamo l’amico carissimo e l’assertore fermo della funzione insostituibile degli strumenti – anche tecnologicamente avanzati – di comunicazione tra le “due” Italie. Ricordiamo Azzia, infine, come esempio edificante di una concezione della famiglia come unità insostituibile di affetti, di cultura e di vita, grati – conclude De Sossi – per la lezione umana e intellettuale che ha dato a tutti noi”.
La Fusie, presieduta da Giangi Cretti, ha anche inviato alla famiglia un messaggio con l’espressione addolorata di cordoglio e di vicinanza da parte di tutti gli associati. (aise) 

Comments are closed.