DANTEajpgROMA\ aise\ – “Con immenso dolore” la Società Dante Alighieri ha comunicato questa mattina la triste notizia della scomparsa del proprio presidente, l’ambasciatore Bruno Bottai.

La Camera ardente sarà allestita a Roma, in Palazzo Firenze, sede della Società Dante Alighieri, in Piazza Firenze 27, nella giornata di domani, 4 novembre, dalle
ore 10 alle 19. La cerimonia funebre si svolgerà mercoledì, 5 novembre, alle ore 10, nella chiesa di S. Maria in Trastevere.

L’ambasciatore Bruno Bottai era nato a Roma il 10 luglio 1930. All’età di soli 24 anni era entrato in carriera diplomatica per concorso, rivestendo presto la carica di vice console a Tunisi e secondo segretario alla Rappresentanza Italiana presso la nascente Comunità Europea dal 1958 al 1961; ha continuato a seguire in particolare gli sviluppi europei negli anni di servizio presso la Segreteria Generale del Ministero quale capo del Servizio Coordinamento (1961 – 66) e poi alla Presidenza del Consiglio quale consigliere diplomatico del Presidente (1970 – 72).

Gli anni ’70 lo hanno visto prima capo Servizio Stampa della Farnesina (1972 – 76), poi ambasciatore presso la Santa Sede (1979 – 81), carica rivestita una seconda volta, dal 1994 al 1997, a chiusura di carriera. Ambasciatore di grado nel maggio 1981, ebbe successivamente gli incarichi di direttore generale degli Affari Politici (1981 – 85), ambasciatore a Londra (1985 – 87) e segretario generale della Farnesina (1987 – 94).

Dall’aprile del 1995 era presidente della Società Dante Alighieri. (aise)

Bottai01

 Il Presidente della Società Dante Alighieri, Amb. Bruno Bottai, con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano alla consegna della copia anastatica della Relazione di Alessandro Manzoni “Dell’Unità della lingua e dei mezzi di diffonderla” (2011)

Comments are closed.