(NoveColonne ATG) Roma – La festa è iniziata lunedì sera, intorno alle 23, al fischio finale di Chelsea, ma l’entusiasmo a Leicester per lo il titolo delle favole non accenna ad affievolirsi, tra ore piccole e fiumi di birra. Poi Claudio Ranieri, l’italianissimo grande condottiero dei Foxes, è tornato a esprimere tutta la sua gioia parlando a Sky News. “Se avessi vinto questo all’ inizio della mia carriera, forse avrei potuto dimenticarlo. Ma ora sono vecchio e posso ricordarlo. Sono felice per i tifosi, il presidente, tutta la comunità di Leicester. Non so quale sia il nostro segreto: I giocatori hanno dato cuore e anima. E’ il modo in cui giocano. Ora andiamo avanti. Vogliamo migliorare, e molto”. Intanto però è il momento della festa, e perché no di raccogliere gli elogi di mezzo mondo. Perfino da Josè Mourinho, acerrimo nemico ai tempi del duello Inter-Juve e che quest’anno aveva iniziato alla guida del Chelsea. “Ho perso il titolo a vantaggio di Claudio Ranieri ed è con grande emozione che vivo questo momento magico della sua carriera”. Il telecronista di Mediaset Sandro Piccinini pubblica su Twitter un fotomontaggio con il volto del tecnico romano al posto di quello della Regina Elisabetta. Roma esalta l’impresa del suo ‘figlio’ , con i messaggi di congratulazioni della As Roma (proprio la squadra con la quale Ranieri è andato più vicino a vincere lo scudetto, sfumato solo all’ultima giornata a vantaggio dell’Inter) e di Francesco Totti, con cui Claudio condivide in questo periodo l’aura magica da ‘grande vecchio romano’. Ma perfino Catanzaro lo esalta, in virtù dei suo trascorsi da calciatore in Calabria, e addirittura il Comune vuole farlo cittadino onorario. Ma la lista delle congratulazioni illustri è lunghissima: da Carlo Ancelotti (“Congratulazioni ad entrambi, al Leicester e al mio amico Claudio Ranieri, per la loro storica vittoria in Premier League”) a Claudio Marchisio (“Leggendari. Complimenti a Ranieri”), da Massimiliano Allegri (“L’ organizzazione della scuola italiana conquista la Premier! Bravo Claudio Ranieri e complimenti al Leicester: ci vediamo in Champions!”) a Matteo Renzi: “La più grande impresa della storia del calcio inglese l’ha guidata un italiano. Grande Leicester. Grandissimo mister Ranieri. Pazzesco”. E lui, troppo spesso finora ignorato, gongola. “Da parte mia non c’è alcuna rivincita, sono contento e soddisfatto della carriera che ho fatto e che sto facendo”

Comments are closed.