MESSINA\ aise\ – Si è svolto nel complesso monumentale della Badiazza (ME) l’incontro storico interculturale “Messina e Miguel Cervantes sulle rotte di Don Giovanni d’Austria”, inserito nell’ambito della manifestazione dell’Agosto Messinese “Messina in Festa sul Mare – Don Giovanni d’Austria a Messina per la battaglia di Lepanto”.

All’incontro ha assistito un numeroso pubblico e i lavori si sono aperti, con due momenti di riflessione interreligiosa, curati dalle Comunità Islamica di Messina ed Ellenica dello Stretto.

Sono intervenuti Matteo Allone per l’Associazione Culturale Il Centauro e Orazio Micali della Soprintendenza ai Beni Culturali, entrambi hanno salutato gli ospiti e il pubblico e augurato le migliori fortune a “Messina in Festa sul Mare”, una manifestazione storico culturale valida, che sta si sta affermando nel panorama delle manifestazioni storiche del Mediterraneo.

L’intervento dello storico Nino Principato è stato incentrato su “Messina e Miguel Cervantes sulle rotte di Don Giovanni d’Austria”, una figura di uomo di cultura e di avventuriero, che conosceva l’arte della penna e della spada.

Tanti gli aneddoti raccontati sui suoi trascorsi all’ospedale Maggiore di Messina dopo la Battaglia di Lepanto, a cominciare dai giardini fuori porta, che si trovavano nell’attuale area di Piazza del Popolo e ricordati nel “Don Chisciotte”.

La serata si è conclusa con le note del Cuntastorie reggitano Fulvio Cama accompagnato dal Maestro Oreste Forestieri, che si sono esibiti nella performance musicale “Miti e leggende tra Scilla e Cariddi”, applaudito il fuori programma finale della classica tarantella, con Vincenzo Caruso al tamburello. (aise)

 

 

Comments are closed.