(NoveColonne ATG)  Roma – Nel Tour de France Vincenzo Nibali è sempre più solo in testa. E ogni giorno che passa fa un passo in avanti verso gli Champs-Elysées. Il ciclista siciliano, classe ’84, ha respinto l’ennesimo assalto dei suoi avversari e non si è spaventato nemmeno dei Pirenei della diciassettesima tappa. Il fuoriclasse italiano, in una frazione particolarmente dura, ha dato l’ennesima spallata sia ad Alejandro Valverde, sia a Thibaut Pinot. Nibali, che ha ricevuto un grandissimo aiuto dal compagno di squadra Michele Scarponi, ha chiuso terzo nella penultima tappa pirenaica. Rafal Majka, orfano del capitano Alberto Contador, ha centrato la seconda vittoria al Tour 2014 con una progressione impressionante che non ha lasciato scampo a Giovanni Visconti: il ciclista polacco ha consolidato la sua maglia a pois, che caratterizza il miglior scalatore, arrivando per primo al traguardo di Saint Lary – Plan D’Adet. “Lo squalo dello Stretto” tuttavia si trova ora  a un soffio da Parigi e oramai ha guadagnato un bel vantaggio: “Ho guadagnato qualcosa in vista delle prossime tappe  – ammette Nibali – si può stare più sereni, anche se al Tour non c’è mai da stare troppo sereni”.

 

Comments are closed.